martedì 25 ottobre 2011

Elvira Coot - Nonna Papera

Che sorpresa! Stamattina sono arrivata in ufficio e sulla mia scrivania c’era un disegno di una collega. Mi ha fatto piacere essere paragonata a nonna papera (un po’ meno lo sarebbe stata mia mamma che subito avrebbe letto il regalo in chiave “vecchia culona”). Mi ricordo che da piccola bramavo il mercoledi (giorno d’uscita del topolino) perché il papà  me lo comprava e me lo portava a casa. Che odio per quel supponente di Topolino, sempre nel giusto, sempre noioso, sempre tutto lui. Ma quanto, quanto, quanto amore per la famiglia dei paperi. Paperino, in primis, con la sua 313 e quella sfiga colossale che lo accompagnava, quell’essere scorbutico e maldestro che tanto ci accomuna (si caro Lui, ammetto di essere goffa). Per non parlare di Paperone con quegli occhialini sul naso e i suoi bagni nelle monetine sempre attento a non farsi derubare da Amelia e dalla Banda Bassotti. Ma parliamone, come poteva una strega vivere ai piedi del Vesuvio? Poi c’era lei, Nonna Papera con il fedele Ciccio. Quella dolcezza tipica della nonna e la golosità irrefrenabile del nipote, i suoi manicaretti che riuscivano a far dimenticare i soldi persino a Paperone, a quietare le ire di Paperino, a placare la fortuna di Gastone. Be’ diciamo che ho avuto un’infanzia Disney! E non dal nulla il mio nome: Elvira Coot.

Ma torniamo a noi. Oggi pensavo di proporvi l’insalata con gallinacci ma guardando fuori dalla finestra (cielo  nero, nubi basse, nebbia, pioggia, freddo) mi sono detta che era forse il caso di cambiare menu e buttarsi su qualcosa di caldo. Per cui:

RATATOUILLE DI CECI CON RISO BASMATI (4 porzioni abbondanti)
200-250g Ceci (secchi o in scatola)
1 scalogno
1 melanzana
1 carota
1 zucchina verde
1 zucchina giallla
10-20 pomodorini cherry
2 cucchiaini di curry
Olio d’oliva, sale e pepe
q.b. brodo di pollo o di verdura


Volendo si possono usare anche altre verdure (ad esempio i peperoni, ma io li digerisco a fatica).

Avendo utilizzado i ceci secchi, vi spiego i passaggi che ho dovuto fare. In caso doveste usare quelli in scatola, questo passaggio va saltato.
La sera prima di cucinare i ceci, metteteli  a bagno così da farli gonfiare. Dopo 24h (ne bastano anche solo 12) scolarli e farli cuocere in una pentola con un pochino di brodo per una mezz’oretta.

Nel frattempo tagliare le verdure a pezzettini e far rosolare lo scalogno in un po’ di olio d’oliva. Far rosolare anche le verdure, senza i pomodorini. Se avete tante carote, peperoni o utilizzate il cavolfiore fateli magari saltare da soli prima e poi aggiungete le altre verdure. 
Dopo 4-5 minuti aggiungete i pomodorini e versate un pochino di acqua nella padella (proprio un goccio). Mettete il coperchio e abbassate la fiamma. Lasciate cuocere finché le verdure saranno belle morbide.
Una volta cotti i ceci, aggiungerli alle verdure e continuare la cottura a fuoco basso. A cottura quasi ultimata aggiungete il curry e controllate di sale e pepe.
Fate bollire l’acqua in un’altra pentola e cuocete il riso basmati.
Servite la ratatouille di ceci con il riso. 

2 commenti:

  1. anche a me era molto simpatico paperino più che topolino.
    Buona questa ratatuille di ceci, a me attira molto con il cous cous.
    Baci

    RispondiElimina
  2. Eh già, il cous cous... Purtroppo a noi celiaci non é concesso :-)) Un abbraccio a tutte e due

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...