martedì 22 novembre 2011

Goodbye

Cosa mi mancherà di più del mio lavoro? I colleghi.
Non riesco a pensare che tra qualche giorno non ci saranno più colazioni, pranzi e pause pomeriggio assieme. Quelle lunghe chiacchierate sui figli di lei, la moglie di lui e le terribili scelte vestiarie della segretaria del direttore. Perché in fin dei conti passiamo più tempo al lavoro che a casa e, chi ci ciroconda, diventa la nostra seconda famiglia. Chiaramente non é amore a prima vista con tutti e tanto meno confidenze o chiacchiere, ma con alcuni/e é proprio amicizia profonda. 
A volte non c’é nemmeno bisogno di parlare, dire o spiegare quello che si prova perché basta uno sguardo per capirsi. Nei momenti difficili basta camminare verso l’ufficio di fianco e prendere in ostaggio la collega barricandosi nel suo ufficio. Uscendo ci si sente subito meglio.

... Che dire, queste amicizie non andranno sicuramente perse ma mi mancheranno molto.


RISOTTO BIANCO con TARTUFO (4 persone)
320g riso carnaroli
1 scalogno
50g burro
1-2dl vino bianco
q.b. brodo
q.b. parmigiano grattuggiato





  
In una pentola fare scaldare il brodo (ieri sera noi ci siamo pappati quello del lesso, mica da ridere).
In un’altra pentola far rosolare metà del burro con lo scalogno tritato. Unire il riso e far rosolare bene rimestando energicamente per 3-4 minuti.

Bagnare con il vino bianco e lasciare evaporare leggermente rimestando. Aggiungere un paio di mestoli di brodo e mescolare continuamente. Man mano che il risotto si asciuga, aggiungere altro brodo e continuare a mescolare a fuoco medio-alto. 
Dopo una ventina di minuti (a dipendenza di che riso usate – provatelo!), aggiungete ancora un pochino di brodo (il risotto deve essere relativamente liquido), il formaggio grattuggiato (un pugnetto) e il burro restante. Mettete il coperchio e fate mantecare per un paio di minuti.
 


Prima di servire mescolate bene, il risotto deve risultare cremoso. Aggiungete il tartufo (se del caso) e assaporate.
NOTA: Mangiandolo con il tartufo, il risotto non deve essere troppo gustoso altrimenti rischierebbe di sovrastare il gusto. Questo risotto si può mangiare anche da solo aggiungendo un pochino più di formaggio e magari di pepe.

NOTA 2: Inutile dire che il risotto era divino... Mamma in cucina sei fantastica!

25 commenti:

  1. ci credo che il risotto era divino con il sig tartufo.

    RispondiElimina
  2. che buono il tartufo...qui non compare sovente...mannaggia!!

    RispondiElimina
  3. paperina la zia biricchina22 novembre 2011 12:53

    e pensare che ero invitata anch'io a mangiare questa delizia!Complimenti al ns. caro Lui x lo sfondo......a dir la veritâ mi va un pò assieme la vista! un abbraccio a tutti e due e non rattristarti se i tuoi quasi ex colleghi sono veri amici non li perderai..anzi

    RispondiElimina
  4. Un risotto da urlo! Complimenti! Bellissima anche la nuova veste grafica, complimenti ancora!

    RispondiElimina
  5. Scusami.. forse non ti seguo da abbastanza tempo per sapere della situazione.. ma lasci il tuo lavoro???? Ottimo il tuo risotto.. a me il tartufo fa impazzire!!!! bacioni

    RispondiElimina
  6. Quanto hai ragione... si passa molto tempo in ufficio, assieme ai colleghi che quasi ti sembra di stare in una seconda famiglia, o anche prima! Credo farebbe lo stesso effetto anche a me. Anche se non è la stessa cosa, l'importante è cercare di restare comunque in contatto, anche semplicemente con una chicchierata per telefono! Bello il risotto, mi piace tanto il tertufo! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  7. Ohhhh finalmente la nuova grafica!!!!! Mi piace ^.^

    RispondiElimina
  8. che buon risotto e che belle foto! complimenti!!!
    Francesca :-)

    RispondiElimina
  9. Fantastiche le foto, una meraviglia il risotto...e mi piace pure il nuovo sfondo!
    Sei stata comunque fortunata ad intrecciare delle belle amicizie sul posto di lavoro. Non è sempre così scontato, purtroppo!
    Ti abbraccio cara!

    RispondiElimina
  10. Come capisco quello di cui parli... ci sono dentro da alcuni mesi e sì, quelli con cui ha stretto di più continuerai a sentirli, vederli un po' meno ma resterà un filo a tenervi uniti. Un abbraccio
    PS: risotto super!

    RispondiElimina
  11. complimenti una ricetta molto appetitosa veramente interessante buona serata<

    RispondiElimina
  12. mi sa che sono asina anche io visto che ho letto :-))))

    RispondiElimina
  13. ...ho già le lacrime agli occhi non penso che un ottimo risotto al tartufo mi possa fare passare la tristezza che ho dentro..alla tua amica/collega mancherai troppo ma di seguirà ogni giorno qui

    RispondiElimina
  14. ciao, è vero, passiamo più tempo con i colleghi che a casa con la famiglia, è bello avere in ufficio persone con le quali ti trovi bene e puoi condividere ore e ore... io lavoravo con due colleghe che adoravo, ma purtroppo se ne sono andata e ti dico la verità mi è scesa la lacrimuccia quando sono partite.... ma per fortuna le sento ancora....

    RispondiElimina
  15. Ciao ! Complimenti per l'appetitoso risotto e le foto che trasmettono calore. Mi spiace che hai dovuto salutare i tuoi colleghi e non potrai più vederli con la stessa frequenza di prima :/

    RispondiElimina
  16. cavoli....che professionalità con tutte queste belle foto.
    Mi piace tantissimo la tavola così apparecchiata, per non parlare del risotto.
    Per quanto riguarda i colleghi, se c'è una vera amicizia non si perde, ma si può rafforzare.
    Le mie migliori amiche sono quasi tutte ex colleghe di lavoro e ci frequentiamo a distanza ormai di anni.
    bacioni cara

    RispondiElimina
  17. Un risotto che avrà un profumo meraviglioso!!!!

    RispondiElimina
  18. Questo risotto dev'essere divino!
    Capisco come ti senti, ci sono passata anche io qualche anno fa... Ma ti assicuro che le vere amicizie continuano anche se non ci si vede più tutti i giorni...

    RispondiElimina
  19. Complimenti per questo risotto, quanto è invitante!!!!! Un abbraccio Elvira!!!!!

    RispondiElimina
  20. Cugina, che succede? Lasci tu o sei finita nel girone dei tagli?

    RispondiElimina
  21. Sono estasiata da questo risotto...il mio buco allo stomaco si sta allargando!! Hai ragione per le amicizie, è sempre uno strappo non vedersi più tutti i giorni..

    RispondiElimina
  22. anck'io sono estasiata come te,Margot

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...