venerdì 30 dicembre 2011

Qui si chiude, lì si apre

Caro 2011,
Siamo alla resa dei conti. Sei stato un anno molto intenso, ricco di cambiamenti e di novità, di gioie ma anche di dolori. Sei stato più di un anno di crescita, sei stato L’anno della crescita. Sei stato per certi versi troppo corto, per altri troppo lungo. Sei stato un anno di decisioni e di prese di posizione. 
Sei stato indubbiamente importante.

A te 2012 che stai arrivando non nascondo le mie paure e i miei timori. Non nascondo l’ansia che a volte mi pervade al pensiero di dover partire e iniziare una sfida nuova. Non nascondo nemmeno la gioia, l’entusiasmo e l’eccitazione per questa nuova avventura, per questo anno tutto mio. Non nascondo la voglia di capire veramente chi sono, cosa voglio e che ne sarà di me.
Sarai indubbiamente importante.

Auguro a tutti voi una stupenda fine anno (la mia non sarebbe stata tale senza la preparazione della mia PRIMA pizza fatta in casa -> SCANDALO !) e un ancor migliore inizio.

PIZZA (1 teglia da forno)
500g farina MixB Schär (o normale)
15g lievito fresco (o 4.2g di quello secco)
10g sale
50g olio d’oliva
320g acqua a temperatura ambiente (30°C)
q.b. salsa di pomodoro
q.b. mozzarella
q.b. di qualsiasi cosa abbiate voglia
Sbriciolare il lievito nella farina (oppure sciogliere quello secco in un po’ di acqua e aggiungerlo alla farina). Aggiungere il sale, l’olio d’oliva e l’acqua e continuare a mescolare inglobando aria, finché l’impasto risulti omogeneo (il mio relativamente appiccicoso).
Farina bianca 00
Farina Schär MixB
Lasciare riposare per un’ora (secondo il libro dal quale ho preso la ricetta, io l’ho fatto riposare un paio d’ore nel forno con la lucina e ho addirittura dato forza all’impasto a metà, ma solo per l’impasto celiaco). Meglio sarebbe lasciare riposare l’impasto nel frigorifero per una notte intera così che la pasta lieviti molto lentamente e si sviluppi una leggera acidità che gioverà sia al sapore che alla consistenza (croccante fuori, leggermente morbido dentro).
Nella foto: quello di sinistra é l'impasto normale, quello di destra senza glutine.

Una volta riposato, trasferire l’impasto sul piano di lavoro aiutandosi con una spatola e formare una palla. Lasciare riposare 10 minuti.
Con l’aiuto di un mattarello, stendete l’impasto celiaco. Fate in modo che risulti grande come la teglia che poi userete per cuocere la pizza. Una volta spianato, trasferirlo sulla teglia oliata.
Per l’impasto normale, invece, trasferitelo direttamente sulla teglia oliata e con l’aiuto delle mani schiacciate l’impasto in modo che occupi tutta la superficie (volendo si possono fare 3 pizze rotonde con queste quantità à tirare la pizza come un vero pizzaiolo).
Condire la pizza a piacimento senza però aggiungere la mozzarella. Infornare nel forno presiscaldato a 200°C. Dopo 5-6 minuti di cottura, aggiungere la mozzarella e lasciare cuocere per altri 20 minuti (o fino a quando la pizzà sarà colorata ai bordi, cotta e la mozzarella si sarà fusa).
Tagliare e servire. Io l’ho adorata !



NOTE :
  •  Il libro dal quale ho preso la ricetta é PANE di Richard Bertinet. Ve lo consiglio vivamente se vi piace panificare in quanto ha delle ricette stupende e spiega le cose molto bene.
  •  La ricetta diceva di fare 3 pizze rotonde e di infornarle a 240°C per 10-12 minuti. Noi abbiamo preferito un’altra cottura in quanto avevamo due pizze nel forno e non sapevamo bene come avrebbero reagito (ah ah ah manco fosser gangster !)
  • Se vi state domandando perché in una foto ho messo dei calcoli di algebra, be’, immaginatevi di trovarvi con una ricetta che parla di lievito fresco e voi avete solo lievito secco. Che fare ? Ovvio, matematicare! 
  • Le foto non sono proprio una bellezza, ma ero troppo affamata per poter pensare al set fotografico. Inoltre ho pubblicato le foto solo di quella senza glutine, in quanto per me più interessanti. L'altra era anche meglio (eh già), con un bel bordo gonfio e croccante. Se necessitate foto, ve le mando :)


16 commenti:

  1. BUON ANNO cara Elvira!!!
    Complimenti per la pizza che dalle foto appare sottile e croccante come piace a me
    Un bacione

    RispondiElimina
  2. Cara... per me il 2011 è decisamente da archiviare.. dimenticare.. salvo alcune cose molto belle che mi son capitate... Ho speranze per un migliore 2012... Auguro tante cose belle anche a te!!!!!!! t'abbraccio... e vedrai che andrà tutto bene.. smackkk auguroniiiii
    ps: gnamm gnamm la pizzaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  3. Piaciuto il panettone allora eh'?? :DD!
    il 2011, prima di andarsene, ti ha fatto capitare nel mio blog...diamogliene merito dai :D!
    in bocca al lupo per la nuova avventura che ti aspetta x il 2012!
    Augurissimi...
    Sara

    RispondiElimina
  4. Brava Elvira!!! Bella la pizza! Ce l'ho anche io quel libro di Bertinet me lo regalai esattamente un anno fa. Ho provato panini e impasti anche integrali, lui idrata molto più di come consueto le farine con glutine... per cui sono più facili da adattare alle nostre farine che bevono fino ad ubriacarsi ;)

    Ti abbraccio cara e grazie sempre :) che questo nuovo anno sia per te sereno!

    RispondiElimina
  5. Auguri per la prima pizza ma soprattutto per l'anno nuovo: che ti porti tanta gioia! In bocca al lupo per i tuoi progetti! ciao

    RispondiElimina
  6. Ora me la faccio anche io la pizza. Sei stata bravissima per essere stata la prima volta.
    Vedrai quante belle sorprese ti riserverà il 2012, sarà un anno che non dimenticherai per il resto della tua vita. E' normale avere paura, ma "chi non risica non rosica".
    Ti auguro un fantastico 2012
    un abbraccio sabina

    RispondiElimina
  7. Tesoro MAI fatta la pizza in casa...di quel libro me ne ha parlato mia sorella, dice che è fantastico :) fondilo quel KA ;)

    RispondiElimina
  8. Che buona prima pizza......Questo 2012,anno di ansie ,attese......Buon annooooooooooooooooooooo

    RispondiElimina
  9. Nonostante l'orario, le foto della tua pizza mi fa venire voglia di uscire e cercare una pizzeria aperta e prenderne una simile alla tua, calda fumosa e filante....vabbè, aspetto domani e magari provo ad imitarti e farla io, ma domani è l'ultimo...vabbè mi accontento dell'immaginazione!!!

    Mi hai fatto venire l'acquolina!!! Complimenti!!

    Ciao e Buon Anno nuovo.
    Paolo

    RispondiElimina
  10. la pizza ti e' venuta benissimo! ti auguro che la tua nuova avventura ti porti tante soddisfazioni:-) buon fine anno e che 2012 ti porti cio' che desideri! un abbraccio

    RispondiElimina
  11. ♥¸.•*¨)¸.•*¨)
    (¸.•´♥♥.¸.•´¸.•*´¨)
    ........|___|...Facciamo
    ........|000|...insieme
    ........|000|...un brindisi
    ........|000|...affinché
    ........|000|...il nuovo anno
    .........\00/....sia per tutti
    ..........\0/.....ricco di amore,
    ...........||.....pace, serenità,
    ...........||.....e gioia!
    ...........||.....Baciii
    ........._||_....Cri&Anna
    ♥¸.•*¨)¸.•*¨)
    (¸.•´♥♥.¸.•´¸.•*´¨)

    RispondiElimina
  12. bello vedere ogni tanto un afoto autentica e non preparata appositamente per la pubblicazione sul blog, perchè alla fine a casa la pizza è così :)
    buonissimo 2012!

    RispondiElimina
  13. ...più che le foto, mandami pure una bella fetta della tua meravigliosa pizza :-) Ti auguro buon anno nuovo e che tutti i tuoi desideri si avverino! Baci.

    RispondiElimina
  14. Carissima, per la tua simpatia, per la tua spontaneità e per il coraggio che stai dimostrando nel perseguire i tuoi desideri, io ti auguro con tutto il cuore un anno strepitoso. Te lo meriti davvero, un abbraccio forte :-D

    RispondiElimina
  15. bhe per esserla prima pizza direi che l'aspetto è ottimissimo ^___^

    RispondiElimina
  16. niky la bi,ti posso dire ke è solo 10 giorni,ke si è chiuso il nostro,e presto si dovrebbe riaprire un forum,spero presto,ciao niky la bi

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...