martedì 19 giugno 2012

Attimi di terrore

Io adoro gli animali, specialmente cani e gatti con i quali riesco a dare il meglio di me in termini di NOOO CICCINO PUPINO BELLINO TESORINO. Lo stesso é applicabile agli animali pelosi in generale: conigli, cincillà, criceti, cavalli, pecore, mucche. Persino i topi ricevono il mio benestare malgrado la loro coda a volte inquietante. Ma c'é una categoria che proprio non riesco a soffrire: i rettili. Ho provato e riprovato la teoria del "devi affrontare le paure" toccando pitoni, facendo foto con boa lunghissimi e tozzissimi che mi stritolavano il collo, ho avuto contatti ravvicinati con innocue bisce d'acqua ma niente: a me mettono l'ansia. Con loro tutti i cugini, fratelli, amici della categoria NON-pelosi. Nella suddetta troviamo anche le amiche lucertole.
Avete in mente i bambini che a scuola si divertono a torturare le lucertole privandole della coda? Io no. Io ho paura delle lucertole e poco importa se sono grande molto più di loro e sono loro quelle veramente in pericolo. Io le temo.
Proprio in questi giorni mi é capitato di essere a pranzo in un bel giardino, pasteggiavo beatamente finché Lui non esclama "Toh, guarda quante lucertole!".
Non l'avesse mai detto, mi é partita l'ansia manco fossi circondata da pitoni e boa velenosissimi, ho iniziato a guardarmi in giro guardinga e loro, neanche a farlo apposta, si avvicinavano sempre più come se volessero sfidarmi. È cosi nata la guerra contro le lucertole, finita con un avvicinamento (troppo vicino) di una lucertola (troppo) coraggiosa che ha causato urla di terrore. Nel panico tachicardico ho cercato di alzarmi urtando il ginocchio (e non solo) contro il tavolino di plastica (già instabile) che si é rovesciato andando a sbattere per terra con piatti, posate, bicchieri e bottiglie (per fortuna tutto vuoto).
Inutile dire che io, a mia volta, ho seminato il terrore negli ospiti vicini (e nel povero Lui) che erano ammutoliti e convinti fossi in procinto di morte. Ho provato a spiegare a tutti che c'erano delle lucertole giganti e agguerrite travestite da iguane ma nessuno mi ha creduto, nemmeno voi?



POMODORINI RIPIENI DI QUINOA (VEGAN)
20ina di pomodorini pachino (o datterino o cherry)
100g di quinoa germogliata
1 peperone giallo
1 peperone rosso
1 zucchina
q.b. menta
q.b. sale, pepe e olio d'oliva



  • Due giorni prima (o almeno 30-36h) di preparare il piatto far germogliare la quinoa (a meno che voi non ce l'abbiate già nel germogliatore). Per fare questa operazione basta mettere della quinoa (io onestamente non l'ho pesata, ho fatto ad occhio) in un contenitore pieno d'acqua e lasciarla ammollo. Di tanto in tanto (6-8h) cambiare l'acqua. Dopo 12-16h inizierete a vedere che i semi si schiudono e un filino inizia ad uscire: la quinoa sta germogliando (vedi foto)
  • Quando la quinoa sarà pronta all'uso (deve essere allo stadio iniziale di germogliazione) preparare i pomodorini. Con l'aiuto delle forbici staccare i pomodorini dal rametto lasciando la parte verde. Tagliare la testa (per capirci quella dove c'é il verde) con un coltellino e se necessario anche il fondo (poco) per fare in modo che stiano in piedi. Svuotarli con l'aiuto di un cucchiaino o di uno spallinatore e mettere la polpa e i semi in un mixer. Salare i pomodorini e metterli a testa in giù sulla carta assorbente per farli spurgare dell'acqua in eccesso.
  • Tagliare i peperoni e le zucchine a cubetti regolari (5mm di lato circa)
  • Mixare la polpa dei pomodorini con un po' di olio d'oliva, sale e pepe
  • In una ciotola unire la quinoa sgocciolata, le verdure a cubetti e il composto precedentemente mixato (non tutto, condite poco alla volta). Gustare e se del caso aggiustare di sale e pepe. Aggiungere la menta (o il basilico) tagliata  striscioline e mescolare
  • Riempire i pomodorini con il composto di quinoa e servire



40 commenti:

  1. Oggi ho letto un altro post dive c era l autrice chiusa in casa perché in giardino ha un serpente !!! Mentre leggevo il tuo post pensavo l avessi anche tu:-) io ho la fobia dei serpenti e un po' le lucertole mi fanno un certo che, non e' paura ma non riesco a toccarle! Forte la tua ricetta anche una mia amica si e' presa la germogliatrice! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahha direi che se io avessi avuto un serpente in giardino sarei già fuggita per qualche settimana inviando persone che mi accertassero della morte del serpente :)
      Io non ho la germogliatrice ma sto valutando di farla :)

      Elimina
  2. Tesoro io l'anno scorso ho chiamato piagnucolante il tizio delle zanzariere pregandolo di venire subito perchè vicino casa c'erano insetti giganti che cercavano di entrare in camera. Il signore dall'altro capo del telefono mi ha detto di chiudermi in bagno armata fino al suo arrivo :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ma almeno il signore ti ha creduta, io sono sembrata una pazza psicopatica! ahahha

      Elimina
  3. Io invece l'unico essere a farmi cacciare l'urlo è il vermino quando esce dal mangiare (tipo: mela. castagna, insalata ...). Le lucertole invece riesco spesso a toglierle dalle fauci dei miei micioni ;-) Mai provata la quinoa, che sapore ha?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. blaaaahh! Non mi parlare di vermetti che disgusto!!
      CMq la quinoa si può mangiare sia cotta (tipo riso) che cruda (come ho fatto io) oppure anche soltanto i germogli. Infatti se io l'avessi fatta germogliare nel germogliatore si sarebbero formate delle piantine verdi che mangi in insalata. Ad ogni modo il chicco é molto buono sembra di mangiare un seme un po' acerbo forse. Sono croccanti e buoni. Provali! :)

      Elimina
  4. Beh con animali in casa è facile che ogni tanto ne combinano una. Questi pomodori sono bellissimi,ma non so cosa sia la quinoa ,mi spiace,dove posso trovarla?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io la trovo facilmente al supermercato. Assomiglia un po' all'orzo ma é molto più piccola ed é glutenfree per cui perfetta per i celiaci come me :) Buonissima, provala!

      Elimina
  5. Già anch'io mai sentito parlare della quinoa, bella ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La quinoa é davvero una bella alternativa a riso, orzo, farro e tutta quella famiglia lì. Inoltre non essendo un cereale la possono mangiare anche i celiaci come me :) La puoi anche fare bollire come il riso, farla in insalata dopo averla cotta oppure farla come ho fatto io. Provare per credere :)

      Elimina
  6. Ciao Elvira! piacere di conoscerti! Grazie per essere passata da me in modo che abbia potuto conoscere il tuo bellissimo blog e seguirti:)
    oh mamma sui serpenti nn posso che darti super ragione, nn saprei effettivamente proprio come gestire l'ansia in loro "compagnia".. un pò meno per le lucertole.. ma ecco.. diciamo che non sono gli animali per preferisco:) 1000 volte i pelosi! Ottima la tua proposta di pomodorini con la quinoa.. io l'ho scoperta da poco ed è fantastica anche per le sue proprietà benefiche! molto brava! un abbraccio a presto!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simona! Grazie a te per essere passata da me :)
      Felice di non essere l'unica terrorizzata dai rettili :)

      Elimina
  7. Ahhhh vedi perchè??? Io ho provato a farle germigliare per giorni e giorni come indicato nel libro, magari con questo caldo non è il massimo ^_^
    Devo troppo farti i complimenti per la grafica del tuo blig perchè è ROPPO bella!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!!
      Cmq io non volevo che formasse il germoglio, volevo soltanto che la quinoa si schiudesse per questa ragione li ho lasciati in acqua (e non nel germogliatore) e soltanto per 30-40h! :)

      Elimina
  8. nonono io ti credo sulle lucertole giganti agguerrite e travestite da iguane!!
    pensa che da me invece ragnetti minuscoli si travestono da tarantole e mi tendono agguati dietro alle porte!
    e quando poi si vestono da spiderman è anche peggio..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah per fortuna!! Almeno qualcuno che mi crede sull'esistenza di terribili poteri di potentissimi insetti, animali striscianti e così via.
      Insomma, uniamoci!

      Elimina
  9. Scusami ma mi hai fatta sorridere....So bene che ci sono persone che hanno delle fobie incontrollabili....appunto incontrollabili perchè tu sai benissimo che una lucertola non ti assalirà mai....
    Inorridirai adesso quando leggerai che da bambina le catturavo (in modo assolutamente indolore e non nocivo)con un lazo fatto con un'erba lunghissima. Ci giocavo e poi le liberavo..
    Quinoa? sembra riso....il sapore com'è?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uaaaah!!! C'é un'amica di Lui che le prende ancora oggi in mano come se nulla fosse.. Mamma mia che panico! ahahha :) A me proprio schifano.. ma poi quelle piccole mi fanno pure tenerezza, sono quelle grosse che mi fanno inorridire! :) Cmq chi sei? la sorella MC Leod delle lucertole che le prendevi con il lazzo?

      La quinoa si può cucinare come il riso oppure come ho fatto io. Il sapore in questo caso era croccante e sembrava di mangiare un seme un po' acerbo. Hai in mente?? Ma poi condito con i pomodori e il resto lasciava solo un leggere gusto di terreno (non so come spiegare, tipo le spagnolette acerbe, le hai già provate?) ma mooolto croccante. Buonissimo!

      Elimina
    2. ahahahahhaahahah immagino che tu mi abbia focalizzata mentre correvo e lanciavo questo lazo al volo!! hahahaahhaha noooo...diciamo che si faceva un nodo a cappio alla cima di un filo d'erba lungo e semirigido (sai quelli da cui si staccano i semi e si lanciano addosso ai vestiti della gente e si dice "vediamo quanti figli avrai?) poi con lentezza estrema e delicatezza di una piuma si metteva al collo della lucertola che si agganciava e ci giocavi un pochino. Veniva sempre liberata assolutamente incolume!!!La bravura era riuscirci senza far scappare la lucertola...Se mi capita l'occasione anche i le prenderei in mano, esattamente come faccio con qualsiasi animaletto della campagna....eliminiamo da questo mio grande amore le blatte!!!!!

      Elimina
  10. Io invece gli animali li amo tutti tutti, e nutro per i rettili anche un certo fascino, soprattutto verso i gechi che d'estate mi infondono tanta pace, mi proteggono dalle zanzare e mi ricordano la bella stagione in corso. Però nel tuo post mi hai fatta sorridere, anche se ho rispetto per la tua fobia, non è mica colpa tua, la senti e basta.
    I tuoi pomodori mi piacciono molto, esteticamente e con la quinoa che ha un sapore molto buono.
    Baci :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahah beata te! Io qualche anno fa mi sono ritrovata a tu per tu con un geco in bagno e pensavo di morire :) Chissà poi perché... In fin dei conti so benissimo di essere piû grande di loro e che, a dirla tutta, sono loro ceh dovrebbero avere paura di me. Eppure... ahahah :) Sfigata :)
      Baci

      Elimina
  11. allora, ho una predilezione per i cani, sopra qualsiasi altro animale. urlo, li chiamo, mi ci avvento sopra... certo, molti animali mi fanno impressione, però cerco di non pensarci, ihihihihih!!!
    e la ricetta mi piace tantissimo!!! proprio buona e divertente! non avrò mai tutta quella pazienza.. potrei usare dei pomodori giganti, allora sì che potrei farcela! bella ricetta però, brava! vegan e fresca!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahha :)
      Cmq ti dico, non ci vuole così tanto a fare questa ricetta! Diciamo che una volta che hai preso la mano li svuoti facilmente e per riempirli basta un cuccchiaino. Ovviamente non mi metterei a farne 100 per un banchetto :)
      A presto!

      Elimina
  12. Mi sono fatta un giretto..molto accativante e mi sono fatta un sacco di risate che non guasta mai..A presto

    RispondiElimina
  13. adesso ho capito cosa sono ste palline bianche che vedo al supermercato....oggi niente cous cous ma quinoa
    p.s. dovresti venire da queste parti a vedere quanto sono "piccole" le lucertole!!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uaaaaah!! Lucertole ovunque!! ma poi cosa fanno? SOno le uniche che non sentono la crisi e si riproducono in continuazione?? :)
      E vai di quinoa!

      Elimina
  14. M'hai fatto ridere, mi è sembrato di leggere me stessa!!! Ma alla fobia per i rettili di aggiungo anche quella per i lombrichi-vermi & co. Non ti dico la scorsa estate quando mi sono ritrovata con un geco in casa che si è nascosto dietro il termosifone e non riuscivo a cacciarlo via. Ho cominciato a farmi scene da film in testa e ad immarginarmelo addosso di notte durante il sonno...un patema!
    Sfiziosissimi i pomodorini, che pazienza a riempirli! Però fannod avvero un figurone e la quinoa mi piace anche parecchio :) Buona giornata, a presto

    P.S. scusa il romanzo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aiuto i vermi!! PEnsa che da piccola a scuola un cretino, in una giornata di pioggia, mi lanciò in faccia un verme sabbioso strisciante. Ricordo ancora il terrore e l'imposizione del NON FAR VEDERE CHE HAI PAURA. Arrivata a casa avevo la giacca celeste macchiata di terra da lombrico cadente e mi sono sfregata talmente tanto le guance da sembrare un pagliaccio!!
      IO AMO I PELOSI :)

      Bacio e grazie!!
      PS: Nn ci vuole cosi tanto a riempirli credimi. Un cucchiaio ed é fatta.

      Elimina
  15. Ah, come darti torto... ;-)
    Riguardo ai pomodorini sono davvero azzeccatissimi per il periodo, molto freschi e scenografici, anche se posso immaginare il lavoro che c'è per riempirli! Buoni buoni, li proverò!
    A presto e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma in realtà il lavoro non é neanche tanto, sembra, ma non lo é. Figurati che io ho la pazienza di un unno per cui.. Una volta svuotato il primo pomodoro gli altri vengono da sé e poi per riempirli basta un cucchiaino ed il gioco é fatto!

      Elimina
  16. Grazie per essere passata dal blog e complimenti per la ricetta

    RispondiElimina
  17. Anche le tartarughe sono rettili, magari comincia a fraternizzare con quelle! ;-)
    Ciao!

    RispondiElimina
  18. brrrrrrr, però mi piacerebbe proprio vederla, la foto col boa avvinghiato al collo!

    RispondiElimina
  19. Vedo vedo...il terribile dinosauro sotto la sedia!
    Beh consolati, una mia amica ha fatto peggio. Si è messa a correre urlando fra i tavoli in pizzeria perché era inseguita da un'ape! Sembrava un'invasata! Poco ci mancava che chiamavano l'esorcista ahahahahahah!

    Mia figlia a Genova si trova bene, tanto bene che le piacerebbe rimanere li. Ma si sa...il lavoro di questi tempi scarseggia e in quella pasticceria sono già al completo.

    RispondiElimina
  20. Ma che bello questo blog! Mi piace tanto l'idea di unire "cucina e pezzi di vita" :)

    Io ho paura di qualsiasi cosa, ma delle lucertole proprio no, mi stanno simpatiche ^_^

    RispondiElimina
  21. Buonissima ricetta, a me piace tanto la quinoa, il miglio e l'amaranto. Complimenti, ti seguo!

    RispondiElimina
  22. Avevo pensato di spedirti una delle tante lucertole che abitano questo posto...ma visto che la spedizione mi costa un capitale ho ripiegato su un piccolo premio sperando che ti faccia piacere...altrimenti torno alla prima opzione!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...