martedì 18 dicembre 2012

Volare, oh ohhh

Dovresti essere abituata, direte voi. Però.
Capita che il tuo volo per Parigi, direzione last reunion con le Americane, sia ritardato di non una, non due, non tre ma ben 4 ore. Capita che ormai tu sei come Lui e arrivi all'aeroporto con 2h di anticipo. Capita che easyJet ti mandi 5 SMS dicendoti "ci scusiamo per il ritardo creato, ci spiace per questo, ci spiace per quello" quando ormai tu hai già speso 1/4 di budget in riviste di cucina e affini.
Quando finalmente sei pronta ad imbarcare, carica come un mulo cercando di far stare tutto nella borsa ormai troppo piccola e pesante, non ti par vero. Sali sull'aereo, ti siedi e sei persino felice: nessuno vicino a te. L'aereo però non parte, le hostess (che in realtà erano tutti GLI hostess) non si siedono e la porta del capitano é sempre aperta. "Ci scusiamo per il ritardo ma le ali dell'aereo sono congelate e così non possiamo partire". Be', in fin dei conti 10 minuti più o meno cosa vuoi che cambino?
Finalmente decolliamo, un volo disastroso fatto di Macarena e GanGnam Dance con il tizio dall'altro lato del corridoio col naso nel famoso sacchettino di carta bianco. Finalmente atterriamo, non senza tirare un sospiro di sollievo.
Al rientro nessun ritardo, nessun problema all'aereo, nessun congelamento ali. Soltanto una pazza che ha iniziato a urlare nel corridoio "IO NON VI LASCIO LA MIA VALIGIAAAA, RIDATEMI LA VALIGIAAAA" dicendo che già un paio di volte ha perso coincidenze varie per questa ragione (se mi stai leggendo, perdonami). Questa tragedia greca ha causato altre tragedie tra altri passeggeri "é vero!! anche a me hanno preso la valigia!!! maledetti!!". Urla contro le hostess (impassibili) e fantasie metropolitane.
Finalmente, sull'aereo mi perdo nella lettura di un nuovo libro di cucina, trascinato per tutta Parigi domenica pomeriggio. Un tomo da troppe pagine del peso di almeno 6kg. Finito di sfogliare il vicino di corridoio mi chiede gentilmente di guardarlo. Finisce che mi attacca un bottone terribile, di quelli che "sei legata alla sedia, adesso mi ascolti". Passo così 20 minuti di terrore con lui che mi racconta di quanto sia divertente (?) uscire a Parigi soli (?) farsi di ogni strano acido (?) e andare a mangiare la pasta da sconosciute (?) fino alle 3 di pomeriggio (?). Il tutto finisce con un: vado a Bergamo, conosci un buon ristorante?
... Credo che per un po' andrò a piedi.

Continua la saga dell'aperitivo natalizio. Ecco un'idea davvero rapida e semplice.

COCOMERO CETRIOLO, AVOCADO & TONNO (30ina di pezzi)
1 cocomero CETRIOLO
1 avocado
150-200g di formaggio fresco (tipo Philadelphia)
1 limone
1 scatola di tonno
q.b. sale, pepe

  • Dividere l'avocado in due, togliere il nocciolo e inserirlo nel bicchiere del mixer. Unire il formaggio fresco (meglio iniziare con 150g e se necessario aggiungere), un po' di succo di limone (a piacere), il sale ed il pepe. Volendo si può aggiungere un goccio di tabasco. Mettere il tutto in un sac à poche e riservare al fresco
  • Tagliare il cocomero cetriolo a rondelle (con la buccia) aiutandosi con una mandolina. Lo spessore deve essere di circa 4-5mm. Se é troppo fine sarà difficile prendere in mano i bocconcini, se troppo grosso sovrasterà il gusto degli altri ingredienti
  • Aprire la scatoletta di tonno (o il bicchierino per quelli chic) e tagliare i filetti a pezzettini. Montare la tartina mettendo prima la rondella di cocomero, un po' di crema all'avocado e finendo con il tonno



NOTA:
Questo stuzzichino é tanto semplice quanto buono. Si possono preparare la salsa in anticipo (la mattina per la sera altrimenti l'avocado tenderà a diventare scuro) e i cocomeri. Montate il tutto all'ultimo minuto (mezz'ora) o il tonno risulterà secco. In alternativa al tonno utilizzate dei filetti di salmone sott'olio

RINGRAZIO VALE DI SaleQB per avermi fatto notare uno dei miei più grandi drammi dopo la pietà azzurra: confondere il cetriolo con il cocomero. E sì che la stazza é diversa.. aha :)



26 commenti:

  1. Oh cara.. che delirio! Mamma mia.. menomale che a Natale si è tutti più sereni..! Ormai non c'è nulla in orario, la gente sclera.. e forse è meglio che si opti per una carrozza con cavalli. Coraggio! :) Un abbraccio e questo aperitivo è di una freschezza e di una eleganza davvero notevole! Grazie! :) Smuacck!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHha guarda, lasciamo perdere :)
      Grazie tesoro, sei sempre gentilissima!! Spero di riuscire a passare presto da te, in questi giorni é un delirio.

      Elimina
  2. Che bella una gita parigina in questo periodo (aereo a parte: che terribile andata! O_o) Niente foto della ville lumiere natalizia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo niente foto se non di me e delle Americans mangiando come procioni. Insomma, niente di meritevole :) E poi ti dirò,Parigi non era così natalizia :(
      Last but not least, Ho una sorpresa per te!

      Elimina
  3. Sono morta dal ridere. Giuro.
    Scusa ma non ce l'ho fatta! :D
    Aperitivo spaziale eh
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  4. Elvi, mi spiace, nessuno probabilmente ha avuto il coraggio di dirtelo oppure nessuno ha letto con cotanta attenzione il tuo post.
    Ma io non posso stare zitta. Devo assolutamente salvarti dal ridicolo.

    So che probabilmente hai scritto questa ricetta stravolta dal viaggio, ma guarda che quello che hai usato è un cetriolo!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha sei fantastica! Sappi che é uno strascico di infanzia. Credo di avere una dislessia particolare o un'ignoranza galattica. Insomma, in entrambi i casi: disastroso.
      Cambiato, grazie!!
      PS: Dimentico sempre di ringraziarti per il favoloso premio, dovrò farlo entro Capodanno o scade ;)

      Elimina
    2. ahahahah eddai, avresti potuto salvarti dicendo che era una qualità particolare di cocomero mignon O_o
      ma comunque tranquilla, io non riesco ancora a dire plurale.

      PS per il premio puoi anche far finta di niente, non lo diremo a nessuno ;)))

      Elimina
  5. hihi!! Brava Vale, io non me ne ero accorta!! :) Sarà che la nostra Elvi è ancora à Paris con la testa...si sarà confusa dato che in francese "cetriolo" si dice "concombre"!!:))
    Bella idea per gli aperitivi!!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aha scusssssaaaate! Che disastro! Era per vedere quante sono veramente interessate e leggono la ricetta, un test attitudinale :) ahha
      Un abbraccio e grazie!

      Elimina
  6. Ma dovevi rispondergli: BERGAMO? ASPE' CHE SENTO LA BLOGGER THAI;-))
    i tuoi post mi fanno sempre strapazzare dalle risate. Sono quei viaggi da comiche..:-))
    interessante l'avocado così. importante che non mi ci tagli me (avocato) a metà ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vaty ti voglio troppo bene per mandarti quel tizio a casa :) ahhaha
      Non ti preoccupare, ne ho uno in casa di avvocato, ho troppo rispetto per tagliarvi a metà.. anche se a volte.. :)

      Elimina
  7. Tesora sempre in viaggio tu eh?
    Adoro il tuo aperitivo (anche se ha ragione la Vale, di cocomero non c'è ombra!) e le tue avventure (che a me non capiterennero mai, sono troppo acida!) e DEVO sapere qual'è il tuo nuovo libro del mistero! A me è arrivato il libro di Vefa stamane , pesa 3 kg pure questo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa ci posso fare cugina cara: €60 di volo e a casa dalle americane per 4 giorni a Parigi. Come si fa a dire di no??
      Allora il nuovo libro é di una collana splendida che si chiama: MON COURS DE CUISINE. È splendido! :)
      Un forte abbraccio

      Elimina
  8. Muahahahah!! Lo dico io che andare in aereo è pericolosissimo! :D

    Bello l'aperiTAIvo , molto chic! Mangiato con sconosciute alle tre, è anche più buono! :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahaha anche io e la AU diciamo sempre aperitaivo, mi piaace :)
      Cmq é davvero pericoloso! ahah :OI
      Baci

      Elimina
  9. buah!ah!ah!..mi fai morir dal ridere...:-D
    ottimo questo antipasto..idea semplice ma di vero effetto!!
    Baci, Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, sempre gentilissima! :)
      A presto!

      Elimina
  10. Ahahaahahah... ommamma... povera! :( Anche io ho beccato, in questi giorni, gente lamentosa oltre ogni limite e logorroica oltre ogni limite O_O Consoliamoci con questo antipasto buonissimo, mi piace! :) Un bacione :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahha ma perché?? A Natale non siamo mica tutti più buoni?? :)
      Un abbraccio

      Elimina
  11. Questo antipasto lo proverò perchè qui in Nicaragua abbiamo così tanti avocados che una ricetta in più mi fa davvero piacere. Per quanto riguarda i voli... bè... forse dovrei scrivere anch' io un post! Ti abbraccio. Passami a trovare, se ti va

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beata te, qui per avere un avocado bisogna fare un mutuo, buono poi.. auguri!:)
      Passerò presto da te, ormai questo é un periodo di fuoco! Chiedo venia .)
      Baci

      Elimina
  12. ahahahahah le avventure di elvira on tour...comunque devo dire che hai sempre una fortuna incredibile per quanto riguarda i vicini di viaggio ;)

    tornando alle tartine le amo!
    Quando me le rifai? ;)-->preghiamo che venerdi non finisca il mondo,ahah
    -AU- (ho imparato anche la sigla giusta, cazz se sono brava)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahaha povera me! :)
      Carissima, te le faccio quando vuoi :)

      Elimina
  13. Ingrasso solo alla lettura delle tue ricette, cmq tantissimi auguri a te, a Lui e al mio nipotino Mr.Geido!
    Zio Nino

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...