mercoledì 26 agosto 2015

Ad Blue

Sono le 10 del mattino e mi sta chiamando un numero privato. Le possibilità sono due:
1. Il solito servizio clienti misto questionario per chissà quale analisi di mercato
2. Mio papà che é impazzito e mi chiama a questi orari (il suo orario solitamente é correlato ai momenti di guida, la mattina alle 5.30, la sera alle 19)
Decido che vale la pena rischiare.
"Pronto?"
"Ciao Bimbetta" (O.o inutile dire che é la 2 vero?)
"Ciao Papi, qual buon vento?"
"Da quando un papà non ha diritto di sentire la sua bimba preferita?" (ndr. sono figlia unica)
"Mhmmmm" annuisco con fare poco convinto. Adoro il mio Papà (pronunciato bisbigliando tipo PPPPPaPPPPPPa, no, non in stile licantropo, più tipo devozione assoluta), ma una chiamata alle 10 del mattino di martedì stride troppo.
Dopo 2-3 minuti di chiacchiere futili, finalmente, attacca.
"Maaaaaaa, questo AdBlue?"
"EH?"
"Ma siiiii, quello per le auto. Mi é venuta fuori una spia, tu sicuro sai cos'é."
Ora, altri due punti da specificare:
1. No, non sono un meccanico né un figlio maschio. Ok mi ha trascinata a vedere partite manco lo fossi veramente (maschio) ma di motori proprio zero
2. Mio papà sta alle cose pratiche come io all'areonautica spaziale. Esatto. 
"Nessun idea papà, aspetta che guardo".

"E' un additivo che consente ai camion di nuova generazione di rispettare i limiti di emissione previsti dalle severe normative dell'Unione Europea. Garantisce il triplice obiettivo di migliorare il rendimento del motore, ridurre i consumi e abbattere sensibilmente le emissioni nei gas di scarico prodotti dai veicoli dotati di motore diesel."

Ora.
Voi ve la state immaginando la mia faccia vero? Perché mio papà é vero che ha cambiato l'auto, é vero che é un nuovo modello, é vero che é più alta delle altre perché l'anca inizia a fare le bizze ma é anche vero che mio papà non ha comprato un camion.
"Senti, ho visto che al distributore vicino a casa vendono sto coso, vado io a prenderlo e poi vediamo" gli dico mentre lui sta borbottando al telefono dicendo che avrebbe dovuto tenere il catorcio di prima (tipo che ha dovuto pagare lui il garagista per prendersela).
Ad ogni modo, vado a prendere questo AdBlue convinta di chiedere aiuto alla cassiera che gentilmente mi spiega "non é nient'altro che un liquido di pulizia che se però non inserisci intasa tutti i tubi interni". Felice che mio papà non ha comprato un'auto strana bensì estremamente ecologica acquisto 5L di liquido pensando che così "ne ha per un po'".
Certo.
Soltanto la sera a casa, mentre lui mi guardava sollevare 5kg di tanica e trasferirla nel serbatoio con l'imbuto da cucina di mia mamma commentando "mi sembra scomodo" ma non facendo nulla per semplificare la situazione e dopo aver inserito tutti i 5L e acceso la macchina che, imperterrita, segnalava "Rifornimento Ad Blue necessario entro 500km" che ho sinceramente pensato: ma perché non ha tenuto il catorcio?

TORTA MORBIDA AL CIOCCOLATO (8 fette)

200g cioccolato fondente
50g burro
2 uova
75g zucchero
1 pizzico di sale
1 punta di coltello di semi di vaniglia
75g farina
  • In un pentolino far fondere gentilmente il burro e il cioccolato spezzettato grossolanamente
  • In una ciotola sbattere le uova con lo zucchero, il pizzico di sale e la vaniglia fino ad ottenere un composto denso e spumoso. Aggiungere il cioccolato fuso e mescolare bene. Unire anche la farina
  • Stendere il composto a 1-2cm di altezza su di una teglia munita di carta forno e infornare in forno preriscaldato a 180°C per 10-12 minuti. Sulla superficie si formerà una pellicola cioccolatosa e l'interno deve rimanere umido
  • Far raffreddare prima di servire con un cucchiaio di panna semi-montata e dei lamponi



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...