lunedì 28 settembre 2015

Shopaholic

Da bambina ricordo che era una delle mie principali attività a casa della nonna. Inizialmente la parte divertente era ritagliare gli abiti e incollarli su fogli di carta bianchi con scarabocchi pretenziosi di figure femminili e maschili. Crescendo avevo fatto grasse risate con le amiche pensando agli uomini in boxer che dovevano farsi fotografare. Incredibilmente mi sto vergognando più io a raccontarlo di quanto si possano essere vergognati loro con una Canon puntata nelle parti intime.
Comunque.
Finito di disegnare e ridacchiare ero passata ad ordinare. Avevo ceduto al fascino di una rivista di cose sportive poi di cose per la casa e per finire con dei gadget terribili che compleanni improbabili. Se non ti piaceva qualcosa, sbattimenti postali a parte, potevi liberartene facilmente. Insomma, un vero toccasana per i pigri.
Ma poi.
Ecco che arriva lui.
E no, non sto parlando di Lui stavolta.
Parlo di quella rete infinita chiamata internet che ha drasticamente cambiato le sorti dei cataloghi cartacei casalinghi.
Non subito, per carità.
Che all'inizio dare le coordinate delle proprie carte di credito era come andare a fare la spesa di sabato nudi.
Impensabile.
Poi però abbiamo ceduto tutti (o quasi).
Viaggi, alberghi, creme, sconti, vestiti, borse, sciarpe, cappelli, materiale per le feste, ...
In un attimo rischi di vedere la tua figura in 3D che indossa quel vestito che tanto ti piace, in un attimo hai fatto click e senza neanche accorgertene sei una nuova proprietaria di innumerevoli futilità (o meno).
Che per carità, che batta il contatto umano di un bel negozio, quella sincerità tipica della commessa che ti dice "signora, le sta un IN-CAN-TO!" anche quando sembri un salsicciotto umano (concedetemelo, una così tra le miliardi di fantastiche aiutanti allo shopping vi sarà capitata no?). Però, volete mettere la gioia dell'arrivo del postino e l'improvvisa ira quando vi accorgete di aver sbagliato misura?
Esatto.
Il lunedì prende tutto un altro gusto.
PS: Almeno a qualcuno sembra andare bene il pacco... ihihih :-)

(le ultime) MELANZANE RIPIENE (4 persone)

3 melanzane
400g macinata di manzo
100g macinata di maiale
1 manciata di pomodorini
1 scalogno
1 mozzarella
1 goccio vino bianco
qualche foglia di basilico
qb olio d'oliva
qb sale & pepe
  • In una padella rosolare lo scalogno tritato con un filo di olio, aggiungere la carne macinata di manzo e di maiale e lasciare rosolare fino a quando cambierà di colore. Bagnare con un goccio di vino bianco, lasciar evaporare. Aggiungere la polpa delle melanzane precedentemente spolpate con l'aiuto di un cucchiaio, salare e pepare. Lasciar cuocere per qualche minuto prima di aggiungere i pomodorini tagliati a spicchi (o a metà). Continuare a cuocere
  • Farcire le melanzane e infornare a 180°C per 30 minuti circa, togliere dal forno, aggiungere su ogni melanzana alcune fette di mozzarella e infornare nuovamente fino a quando si sarà sciolta
  • Servire con un goccio di olio d'oliva e qualche foglia di basilico



NOTA:
Per una versione vegetariana sostituire la carne macinata con del paneer o del tofu grattugiato. Aggiungere a piacere del formaggio nella farcia.

1 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...