mercoledì 6 gennaio 2016

Compagni di viaggio

Lo stress inizia tra le 12 e le 20 ore prima della partenza.
Da quel momento ogni azione é calcolata.
Al millimetro.
Dalla cena, rigorosamente leggera, alla notte praticamente insonne per guadagnare stanchezza in vista del volo.
Al mattino si inserisce il disco automatico che andrà avanti fino all'arrivo in aeroporto.
"A che ora partiamo? Saranno abbastanza 6h di anticipo? Sai, magari un incidente sulla strada, finiamo la benzina, gli UFO attaccano il pianeta terra, i ghiacciai si sciolgono".
Se, sfortuna vuole, il volo é notturno verso le 12 inizia lo sciopero della fame.
E della sete.
Esatto.
Mio marito smette completamente di ingerire cibi solidi e liquidi.
All'aeroporto, con anticipo imbarazzante, cosa fai? Bevi qualcosa.
Lui? Niente.
Sul volo, ti siedi e per far passare le 12h cosa fai? Mangi.
Lui? Niente.
Quando ti rendi conto che ci sono dei film niente male che potresti guardare cosa fai? Metti le cuffie e li guardi no-stop fino a quando il sonno ti colpisce.
Lui? Appena seduto, allaccia la cintura, mette la mascherina sugli occhi e ciao. Chi si é visto si é visto.
Arrivi in aeroporto, hai uno scaldo i 4 ore, cosa fai? Bevi qualcosa, mangi qualcosa, FAI qualcosa.
Lui? Si siede sulla prima poltroncina e legge.
Quando finalmente arrivi a destinazione, chi perfettamente idratato e chi, ahimé, no, passerai l'intera vacanza con un (comunque fantastico) uomo che passerà 2/3 della vacanza rapportandosi all'orario europeo e il restante terzo pianificando il piano per il viaggio di ritorno.
Ma la prossima volta, una vacanza allo Splash&Spa, no?


TORTINO al CIOCCOLATO con CUORE FONDENTE al CARAMELLO al BURRO SALATO (8 tortini)

Caramello al burro salato125g zucchero
1-2 cucchiai di acqua
50g burro "demi-sel"
85g panna
Tortino al cioccolato150g cioccolato fondente
80g burro + per imburrare
3 uova (2 intere e 1 tuorlo)
75g zucchero al velo
1 punta di coltello di semi di vaniglia
20g farina (o Maizena)
10g cacao in polvere + per "infarinare"
  • In una padella antiaderente al fondo spesso mettere lo zucchero con l'acqua e lasciar cuocere fino ad ottenere un colore ambrato. Fermare la cottura (fuori dal fuoco) aggiungendo la panna precedentemente scaldata, unire anche il burro tagliato a tocchetti e con una frusta mescolare bene. Rimettere sul fuoco e lasciar addensare
  • Versare il caramello al burro salato nelle apposite vaschette per fare il ghiaccio e riporre in congelatore per almeno 30 minuti
  • Spezzettare il cioccolato e scioglierlo a bagnomaria, una volta sciolto aggiungere il burro e mescolare. L'acqua sotto non deve mai bollire
  • Nel frattempo montare le uova e il tuorlo con lo zucchero e la vaniglia finché risulteranno bianche e spumose. Aggiungere il cioccolato e continuare a mescolare. Unire la farina (o Maizena) e il cacao in polvere precedentemente setacciati amalgamando con una spatola per evitare che il composto si sgonfi
  • Riempire a metà i ciotolini precedentemente imburrati e infarinati con il cacao. Mettere un cubetto di caramello al centro e ricoprire con un altro cucchiaio di massa
  • Infornare in forno già caldo a 180°C per 11-13 minuti a dipendenza del forno e dalla grandezza delle ciotoline. Sfornare e lasciar riposare un minuto prima di capovolgerli sul piatto da portata. Servire con della panna montata o una pallina di gelato alla vaniglia





NOTE:
Se fatti per una cena "importante", sacrificarne uno per testare la cottura così da non floppare. Si possono tranquillamente preparare in anticipo e lasciare in frigorifero o, addirittura, congelare. I tempi di cottura, più o meno, restano uguali.

VIDEO RICETTA:

4 commenti:

  1. Dici che neppure con questo dolcetto avrebbe interroto il digiuno?
    Dove siete stati di bello?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima, temo proprio di no.
      Anzi, soprattutto con questo dolce. Ahimé il mio Lui non ama proprio questa tipologia di dolce, l'avrei (forse) convinto con un panino al prosciutto cotto o un trancio di pizza ;-))

      Elimina
  2. Ciao!

    Ho scoperto da poco la tua fantastica app e volevo ringraziarti: attraverso le tue ricette scopro nuvi modi per non buttare via del cibo che altrimenti non saprei come combinare! *_*

    Ho una domanda però :/
    Quando scrivi di forno e tempi di cottura ti riferisci a forno staticoo ventilato? :)

    RispondiElimina
  3. Ciao!

    Ho scoperto da poco la tua fantastica app e volevo ringraziarti: attraverso le tue ricette scopro nuvi modi per non buttare via del cibo che altrimenti non saprei come combinare! *_*

    Ho una domanda però :/
    Quando scrivi di forno e tempi di cottura ti riferisci a forno staticoo ventilato? :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...