sabato 26 maggio 2012

Action & Reaction

Generalmente sono una ragazza spiccia, una di quelle da "ACTION - REACTION" ma....
La valigia per me può restare piena per settimane, funge solo da armadio per quei due stracci che necessito e il resto viene dimenticato fino al prossimo viaggio. "ahhh ma guarda dov'era il costume!!"
Il sacchetto della spesa che ho svuotato ma dimenticato in mezzo alla cucina diventerà il mio coach privato creando la situazione perfetta per saltelli, corse circolari e lancio della pallina.
Quel lavoro noioso che mi tocca fare diventerà così grande nella mia testa da sembrare insormontabile ed interminabile, fino a quando non lo inizierò e finirò nel giro di 30 minuti capendo che sono proprio una pirla.
La mia voglia di cucinare é pari a quella di Gordon Ramsey un giorno e della mia coinquilina l'altro. Passo da produzioni eccessive di pasticcini, torte, salatini e affini a mangiare quantità di yoghurt (scaduti) improponibili pur di non toccare una pentola.
Diciamo che in questa ultima settimana ho dato sfogo a tutte queste caratteristiche, ma da domani cambio. Sivabbe'dai...

BRANZINO AL FORNO CON FAVE E MAIONESE MAISON
1kg branzino
10ina di pomodorini cherry/datterini
10ina di olive
2 fette di limone
2 tuorli
q.b. olio di semi
q.b. fave
q.b. senape e aceto 
q.b. sale, pepe, olio ed erbette varie



  • MAIONESE
    • In una ciotola preparare i due tuorli con un pizzico di sale (relativamente abbondante), poca senape (una nocciola per capirci), un po' di aceto di vino/mele (mezzo tappo, un cucchiaino raso); amalgamare. 
    • Posizionare un asciugapiatti a mo' di ciambella e posizionarci sopra la ciotola. Iniziare ad aggiungere a filo l'olio di semi sempre mescolando con la frusta (volendo si può fare con il Kaid o con le fruste). Aggiungere olio fino all'ottenimento del quantitativo desiderato. Aggiustare di sale e pepe.
    • NOTA: se la maionese dovesse impazzire (non dovrebbe succedere se l'olio viene messo poco per volta e a filo) aggiungere un cucchiaino di acqua tiepida
  • FAVE: 
    • Aprire le fave e farle sbollentare in acqua salata per una 30ina di secondi. Scolare e far raffreddare sotto l'acqua corrente. Sbucciarle nuovamente e farle rinvenire in un po' di olio prima di servire. Aggiustare di sale.
  • PESCE: 
    • Accendere il forno a 180-200°C
    • Eviscerare il pesce (cosa che io faccio fare al pescivendolo per questioni di pigrizia pura) ed accertarsi che non ci siano residui di sangue all'interno della pancia. 
    • Posizionarlo su di una teglia foderata con carta da forno. Mettere nella pancia del branzino sale, pepe, erbette a piacimento, olio e 1 o 2 rondelle di limone. Sulla teglia sparpagliare i pomodorini e le olive e spruzzare il tutto (pesce compreso) di olio d'oliva. Infornare per 20-30 minuti a dipendenza della grandezza del pesce e la potenza del forno.
    • Il pesce é cotto quando la pelle inizia a gonfiarsi risultando croccante.
    • Togliere dal forno, pulire e servire
  • ASSEMBLAGGIO:
    • Servire un cucchiaino di fave sulle quale adagiare il filetto di branzino. Aggiungere qualche pomodorino e quale oliva, delle patate bollite (che nel mio caso erano strabollite) e la maionese servita in un vasetto

... Mhm... Diciamo che tutti, proprio tutti, hanno apprezzato la maionese maison...



9 commenti:

  1. Io non mi sono mai cimentata con la maionese, credo che sarebbe il classico passo più lungo della gamba...magari la facciamo insieme quando vieni :)
    La mise en place mi piace assai, molto minimal!
    Ti voglio bene!

    RispondiElimina
  2. eh adesso è il periodo delle fame!Anch'io le ho mangiare oggi!Però mai abbinate al pesce!

    RispondiElimina
  3. Ha davvero un ottimo aspetto e complimenti ancora per tutta la parte grafica del tuo blog, foto stupende! Anche a me la voglia di cucinare viene e va!

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  4. Come ti capisco anch'io alterno momenti di grande attivismo a momenti di pigrizia totale...
    Carinissimo il tuo cane, dagli una grattatina da parte mia!
    La maionese non l'ho mai fatta a mano ma solo con le fruste elettriche!
    Buona domenica
    Tiziana

    RispondiElimina
  5. Che ganza che sei, mi piace e mi diverto sempre a leggerti. E quel Mister Geido è favoloso!

    RispondiElimina
  6. che bello il tuo blog che non conoscevo...e che piattino invitante!

    RispondiElimina
  7. Bonjour cara, che palle alzarsi il lunedì...oggi avrei fatto tutto meno che andare in ufficio ;)

    RispondiElimina
  8. Mi piace il tuo modo di scrivere e mi piacciono le tue ricette. Mi piace proprio....

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...