venerdì 5 luglio 2013

L'arte del ritocco

Non é che non mi piaccia, é che proprio non ce la faccio.
E ci ho provato.
Molte volte e per diverse ragioni.
Negli anni ho acquistato vari dispositivi che, ahimé, non sono mai riuscita ad utilizzare. Malgrado i primi giorni di grande interesse, applicazione e dedizione, la spesa risultava sempre inutile.
Poi però, le vedi.
Di nuovo.
Belle, bellissime.
Con quel tocco in più.
E io, ovviamente, ci ricasco.
Fortunatamente dopo tante spese ho finalmente capito che l'acquisto impulsivo non é propizio e quindi mi sono lanciata in versioni trial scaricate dopo ore di ricerca su youtube saltando da un tutorial all'altro.
In italiano, dapprima, per capire poi l'inglese perché i video sono fatti meglio e sembrano più completi. Passo sempre per il francese perché chi lo sa che non dicano qualcosa di interessante anche lì? E poi il tedesco, così precisi sicuro faranno al caso mio. Gli spagnoli per un ritocco rapido e persino i portoghesi perché tanto assomiglia allo spagnolo e guardando le immagini qualcosa capirò.
Finisce che, malgrado l'attività step by step fermando il video su youtube, il risultato dei due lavori sia totalmente diverso. In uno figure sinuose si incastrano perfettamente con lo sfondo scelto, gabbiani in volo sono stati eliminati con abilità e il cielo grigio é diventato azzurro. Nell'altro un (ex) bel panorama della steppa Mongola si ritrova con una chiazza di colore indefinito nel mezzo e con un Mr. Geido non particolarmente in scala tra terra e cielo, passato dal blu al rosso.
Insomma, care amiche blogger, com'é che voi sapete usare photoshop e io no?

VOGLIA DI CRÊPES (10 medie)
125g farina
300g latte
12g burro
2 uova
1 pizzico di sale
q.b. burro per cuocere le crêpes
  • Mettere la farina in una ciotola, fare un buco in mezzo e unire la metà del latte amalgamando a poco a poco. Questo lavoro con la farina senza glutine é risultato complicato in quanto assorbe molto più di quella normale. Eventualmente, unire subito tutto il latte. Unire le uova precedentemente sbattute leggermente, il burro fuso ed il sale. Se utilizzate una farina normale a questo punto unite a poco a poco l'altra metà di latte. Dovrete ottenere un composto senza grumi (io per sicurezza l'ho passato al setaccio), fluido ma non liquido. Far riposare 1h
  • Imburrare leggermente una padella antiaderente da crêpes (o meno), scaldarla e cuocere un mestolo di pastella per volta dandole una forma rotonda. Dopo qualche minuto, condire a piacimento (io marmellata di lamponi, Lui rigorosamente prosciutto e formaggio), chiudere prima a metà, poi a quarti e servire ancora calda






NOTA: Capite il mio dramma delle foto vedendo questo orrore? Anche se, lo ammetto, applicazione zero vista la fame di crêpe calda... :-))

6 commenti:

  1. elooooo...t'insegno io....x ritoccare tutte le foto di edifici nel tentativo di nascondere le boiate del cantiere o x fare fotomontaggi nei concorsi sono diventata piuttosto brava con photoshop, anzi è la mia salvezza! Ma tu in cambio mi prepari le crepes??? Scambio equo...:-P

    RispondiElimina
  2. Non ti riferisci certo a me, dato che il mio photoshop ha le ragnatele a dir poco... Però se organizzi un corso con l'anonimo qui sopra, e soprattutto se ci sono le crepes, mi prenoto anch'io! :D
    Le mie col cioccolato però, s'il vous plait ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahaha tu sei già moooolto più brava di me! Cmq facciamo un gruppo e poi crêpes per tutti. Cioccolato, marmellata o prosciutto e formaggio.
      L'importante é che ci sia da mangiare ,-)

      Elimina
  3. Guarda, io provo ad usare Photoshop da quando avevo 14 anni e come vedi, non sono migliorato poi molto vedendo le mie foto! :)

    Quindi non ti preoccupare affatto :) poi con una grafica così per il tuo blog, di che ti lamenti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahah hai ragione, ma la grafica del blog non é farina del mio sacco.. Altrimenti saremmo ancora ad uno sfondo bianco! :-)))
      A presto!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...