martedì 8 ottobre 2013

Paperino VS Gastone

Ho sempre pensato fosse questione di probabilità.
Me ne ero convinta da bambina leggendo Topolino. In un episodio Paperino partecipava ad ogni e qualsiasi lotteria per battere Gastone, aumentando così la sua probabilità di vincita.
Inutile dire che non vinse mai niente.
E neppure io.
L'unica cosa che guadagnai nell'iscrivermi ad ogni cavolata alle spalle di mia mamma fu quella di ricevere chiamate promozionali no-stop per anni.
Una vittoria mica da ridere.
Poi non é che io sia proprio fatta per giocare.
Al casinò quelle rare volte se gioco €5 e ne vinco €6 mi sento già campionessa ricchezza per cui mollo baracche e burattini e me ne vado. Non proprio l'animo della grande giocatrice d'azzardo. Fortunatamente.
Le lotterie mi annoiano, la maggior parte delle volte dimentico l'estrazione o perdo il tagliando. Alla tombola perdo pazienza al quinto che urla vittoria mentre io ancora navigo in alto mare.
Ricordo che, sempre da bambina (anche se mia mamma direbbe che ero già adolescente, e forse ha pure ragione), per il mio compleanno avevano organizzato un gioco e nemmeno lì vinsi qualcosa. Inutile dire che me la presi a morte abolendo ogni tipo di gioco da quel giorno in poi in occasione dei miei festeggiamenti.
Diciamo che sono sempre andata fiera del motto "sfortuanta al gioco, fortunata in amore".
Per cui, ora, o Lui mi sta piazzando delle corna mai viste con la postina (che non c'é) oppure io, per la prima volta, ho vinto un premio!
Incredibilmente la sottoscritta, grazie ad una fortuna mai vista e alla generosita di Ollidays, se ne tornerà in Sardegna a pappare pasta di mandorle e pecorino come se piovesse.
Giuro, vi porterò tutti con me... Almeno col cuore!

CROSTATA AI FICHI
150g farina (io GF per fare la frolla)
100g burro
80g zucchero
1 uovo + 1 tuorlo
80g mandorle tritate
1 baccello di vaniglia raschiato
1 pizzico di sale
q.b. fichi freschi
  • In una ciotola unire la farina, lo zucchero, le mandorle e i semini del baccello di vaniglia. Mescolare. Unire il burro e lavorare velocemente fino ad ottenere un impasto sabbioso. Unire le uova e impastare velocemente fino ad ottenere un composto omogeneo. Avvolgere nella pellicola, mettere nel frigorifero e lasciare riposare per almeno 30-45 minuti
  • Preparare la crema pasticciera nella maniera che più vi conviene (qui una versione. Mi raccomando, utilizzare la vaniglia vera e non lo zucchero vanigliato come dico io profanamente!)
  • Stendere la pasta a mezzo centimetro di spessore e foderare uno stampo (io due rettangolari). Definire bene i bordi e se necessario pinzarli. Bucherellare il fondo con una forchetta e infornare a 180°C in forno già caldo per 15-20 minuti a dipendenza della grandezza. La frolla deve essere dorata ma comunque chiara. Far raffreddare 
  • Coprire il fondo della torta con la crema pasticciera ormai raffreddata (ed eventualmente con l'aggiunta di un po' di panna) e disporre i fichi come più vi piace. Gustare al più presto





NOTE:
Crostata molto buona, però.  Se fatta in anticipo la crema pasticciera renderà papposa la vostra frolla-ex-croccante. Ovviamente questo con la farina senza glutine che é già di per sé più sfigata. Però evitate di prepararla la mattina per la sera, o almeno, assemblarla all'ultimo.
Ottima anche con altri tipi di frutta.


12 commenti:

  1. Crostata che è uno spettacolo!! (Sembra quella di una puntata di Lorraine Pascale)
    Io ho una dritta per quando si usano le creme sulle crostate: una volta sfornato/raffreddato il guscio lo spalmi di cioccolato bianco fuso, lasci indurire per bene e poi puoi metterci sopra la crema. La frolla resterà più asciutta ;-)

    RispondiElimina
  2. TI DEVI VERGOGNARE! bella, intelligente, simpatica, giovane e anche fortunata?
    goditela tutta questa vacanza a Sugologone, il posto è speciale come te!
    buona la crostata con i fichi!!!
    baci
    Sandra

    RispondiElimina
  3. No via.. na crostata come questa è un attentato da vedere di prima mattina...
    Quindi tento di non guardarla e mi concentro sul gioco...
    Io non gioco quasi mai.. tanto se gioco perdo... o se ho una giornata estremamente fortunata "chiudo in paerggio", cioè me ne vado con gli stessi soldi con cui ero partita...
    Solo ad una cosa non resisto.. Le partite a carte ( a bestia , non so se conosci il gioco!) il giorno di Natale in famiglia... li mi faccio spennare ogni anno!!

    RispondiElimina
  4. Io vinco poco e molto di rado, gioco poco, anche perchè il di più non saprei dove trovarlo...Ma la tua vincita mi incoraggia...la terra deve girare!!!!!Buonissima crostata coi fichi che adoro e buon viaggio!!!!

    RispondiElimina
  5. Cosa ne dici di portarmene una fetta? Lanciala che la prendoooo!

    RispondiElimina
  6. Va che io sono ancora più sfortunata di te (e occhio alla postina)! Almeno torna con una manciata di Gueffus che noi abitiamo 'vicine' e lo scambio si può fare.
    Per quanto riguarda la base: io sciolgo un pochino di cioccolato bianco e ne stendo due mani sottili sulla base per evitare che la frolla si bagni.
    buon viaggioOoOoOo!

    RispondiElimina
  7. Voglio provarla anch'io!!
    Grazie per la condivisione!

    http://restaau.it/Browse/miglior-ristoranti-italiani-a-roma.html


    RispondiElimina
  8. Sottoscrivo Sandra: bella, bionda, simpatica, intelligente e pure fortunata... ;)
    Buona vacanza e mangia tutto quel che trovi!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Guarda, a volta la ruota gira e si rimane comunque fortunati in amore! Io sono esattamente come te... quando sarà il mio turno? ;)
    P.s. La frolla, anche quella col glutine, con la crema si bagna. Un trucco dei pasticceri è quella di ricoprirla con cioccolato fuso per rendere impermeabile la base. A me non piace però il sapore così deciso, che diventa invadente, e allora l'ho sostituito con cioccolato bianco. Il sapore rimane tale e quale e la torta si può preparare in anticipo! ;)

    RispondiElimina
  10. oh quanto ti ho invidiata. oh quanto ti invidio. oh quanto ti invidierò!!! :) un bacio bellezza!

    RispondiElimina
  11. Avrei voluto commentanti prima ahahah ricordo ancora quando ho letto il nome del vincitore, ero a lavoro in una breve pausa di quelle conosciute come pausa-cesso, che in realtà poi sono il momento in cui estraniarsi e controllare whatsapp, facebook e mail. Quando ho letto il nome ti ho immaginata e ho cominciato a ridere come un'idiota. complimenti complimentoni Miss, la penso sempre insieme alle altre due sciagurate... Organizziamo un raduno nordico?

    RispondiElimina
  12. Penso di essere stata la prima a sapere di questa vittoria (ho legami con i piani alti), e posso dirti che mi sono fatta una risata di vero cuore, perché ho immaginato la tua faccia, e pure questo post che denota l'estrema timidezza di chi, mai e poi mai si sarebbe aspettato una vittoria! Sono felicissima e sono certa che ti godrai la breve vacanza ricordando quelle ore fugaci che abbiamo passato insieme...Congratulazioni, noi saremo tutte con te!
    Un bacio gigante (ps....crostata da libidine maxima).
    Pat

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...