venerdì 7 settembre 2012

Beneficenza involontaria

Cosa fai se in mezzo al Vietnam su di un 4x4 nel mezzo di una tempesta ti rendi conto che "da qualche giorno non vedi più il portafoglio"?
Cerco di fare mente locale, una di quelle scene da ricostruzione del passato che cerchi di fare dopo una sbornia e non funzionano mai. Nemmeno stavolta.
Inizia il panico vero, quello che ti si legge negli occhi, quello dove sai che tu eri incaricata di tenere parte dei vostri averi e hai fallito. Una di quelle scene dove diventi nevrastenico, ti sudano le mani e inizi a battere il piede contro il sedile davanti.
"No ma c'é di sicuro. Sarebbe un bel guaio altrimenti. Ho dentro anche la mia carta d'identità, il tesserino dell'assicurazione, la patente e non da ultimo la mia carta di credito".
Ed é mentre lo dico che scatto verso il bagagliaio dove il mio zaino giace intatto.
Appesa al sedile in posizione papera nel lago (faccia nel bagagliaio, gambe in aria) inizio a svaligiare la mia casa mobile mentre l'autista schiva motorini, persone e animali sotto il diluvio universale.
L'ennesimo scossone ha fatto in modo che Lui, ancora zen, dicesse all'autista di fermarsi, in mezzo alla superstrada per controllare meglio. Nell'aprire il baule cadono la metà delle cose che avevo già tolto, le auto sfrecciano accanto a noi suonando il clacson (ma vuol dire poco, qui pare che l'Italia vinca il mondiale tutti i giorni). Cerca, scava, fruga. Tasche, taschine.
"Non c'é" dico io in preda al panico, già pronta ad auto flagellarmi buttandomi sotto una bicicletta
"Non fare scenate e sali in macchina, controlliamo dopo" dice il mio guru Zen chiamato anche Lui
Nel tragitto che ci separa dalla stazione di Danang rifletto sulla fuga del portafoglio. C'é da dire che in un'occasione l'utilizzo della cassaforte era risultato impossibile e avevamo deciso di lasciare i nostri averi nella mia valigia chiusa a chiave. Poi però, durante il viaggio, ho preferito lasciare il mio borsello sotto la montagna di vestiti che tanto "nessuno toccherebbe mai, sono persone per bene sai? Piene di valori. Non frugherebbero mai in una valigia in cerca di soldi". Be', non ne ero più tanto certa.
In stazione svuoto il mio zaino obbligando gente a caso a tenere i miei vestiti in mano, frugo, cerco sotto gli occhi di tutti. Niente. Il portafoglio é sparito.
Mando subito sms a quella santa di Mamma Amelia implorandola in primis di non maledirmi (non lo farà) e poi di bloccarmi le tessere (una lunga vicenda pure questa grazie alla burocrazia).
Il tempo stringe, bisogna salire sul treno: 10h tra Danang e Nha Trang ci aspettano.
Passo così il mio calvario in questa cuccetta angusta con signori che passano vendendo bidoni di sbobba pensando "sicuro era quella piccola. Si quella che la mattina mi faceva quel sorriso storto. O forse quell'altro, un uomo. Certo Lui...". 10h nelle quali ho dovuto trasformare il mio credo da "uomini di valore" a "ladri schifosi" passando più volte per "spero che almeno questi soldi servano per i loro figli".
Se vi chiedete cosa faceva Lui, be', si divertiva dato che l'ho preso in giro per settimane per il suo look Fantozziano con "tutto su di me, manco fossi un venditore ambulante". 10h di frecciatine, battutine e esilaranti commenti.
Ripeto: il mio calvario.
Passa qualche giorno, ormai lo spirito del portafoglio mi accompagna e la mancanza di soldi necessari al viaggio mi fa sentire in colpa. Se tutte le maledizioni che mi sono lanciata dovessero avverarsi non avrei tempo una vita per espiarle.
Per evidenti ragioni linguistiche non potevamo fare una denuncia in polizia senza la nostra guida per cui decidiamo di far passare ancora una mezza giornata e al rientro dalla giornata di pesca (si, il calvario é durato più e più giorni) saremmo andati tutti assieme appassionatamente al comando di polizia.
Mentre ci prepariamo per uscire, decido di frugare nel mio zaino alla ricerca del mio foulard-pareo per evitare le solite ustioni solari quando, nel fondo, sento qualcosa. Una forma famigliare, un colore famigliare, una speranza ormai persa: IL PORTAFOGLIO!
Ho iniziato una danza tribale attorno alla stanza gridando come una pazza, saltavo al punto che sembrava mi avessero rovesciato nella maglietta una confezione di scorpioni. Non ci potevo credere, era lì, bello bello e con tutti i soldi!
Inutile dire che da quel giorno chiudo anche l'acqua in cassaforte e per qualche anno resterò lo zimbello di famiglia.
Giovane pescatore

Villaggio galleggiante - residenza di pescatori


Se qualcuno si sta chiedendo chi é sto bocconcino di uomo, be',  era la nostra guida...

36 commenti:

  1. O cielo tesoro, ho letto il post praticamente in apnea! Perdere il portafoglio dall'altra parte del mondo, che incubo! In Giappone non pensavo ad altro che tenere d'occhio quei due soldi che avevamo ma alla fine son riuscita a perdere le mappe :)
    Stai spendendo per la gioia ritrovata?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahha non me ne parlare! Ora lo tengo sotto chiave dalla mattina alla sera :)
      Un abbraccio
      PS: in effetti i soldi ritrovati sono com eun bonus.. mica bene!

      Elimina
  2. mi fai venire un infarto così! come sempre, alla fine, quando non cerchi più una cosa e sei rassegnata al fatto che l'hai persa lei spunta fuori.... meno male! E ora come fai con le carte bloccate? ahi ahi ahi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altro che infarto! Sono improvvisamente invecchiata di 30anni! AHAHAH :)
      Fortunatamente avevo una carta nel portafoglio di Lui e la mia maestro anche. Per cui una é bloccata ma l'altra é più che funzionante.. quasi fusa :)

      Elimina
  3. Io a dire il vero guardavo i bocconcini di aragosta.. slurp!

    So cos'hai passato perchè mi è successa la stessa cosa (sparizione-apparizione portafoglio), bruttobrutto ma poi quando lo ritrovi..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahah dovevi vedere Lui come se le é sbafate le aragostee. Poi qui pescate dalle reti e portate in tavola. Una delizia!

      Elimina
  4. Io sono come te e il mio Lui come il tuo Lui.....mi agito subito, vado in paranoia, non dormo, mi giro e rigiro e cerco ovunque.... Beh almeno alla fine dopo tutto questo calvario finalmente l'ahia trovato..ottima cosa...buona continuazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ero pronta a fare una crisi isterica ma lui crede troppo nella forma per lasciarmelo fare :) IO non ho contegno, mai :)
      Cmq per fortuna si, l'abbiamo trovato!

      Elimina
  5. Conosco bene la posizione "papera nel lago" :) Adesso so anche come si chiama! ;)
    Meno male che alla fine è saltato fuori! Perdere portafoglio e carta di credito è uno dei miei incubi quando viaggio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se sia una definizione corretta ma nella mia testa spiegava bene la posizione :) ahah
      Cmq si, un incubo. Per fortuna passato :)

      Elimina
  6. tutto bene quel che finisce bene, allora!
    Belle foto!

    RispondiElimina
  7. QUESTO è QUELLO CHE SI CHIAMA CULO :D! BENEEEE...TUTTO è BENE CIò CHE FINISCE BENE :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah decisamente :) Ma anche meritato no? sono una persona cosiii braaaava :)

      Elimina
  8. A me purtroppo l'hanno rubato per davvero.. Ero in partenza per Roma, portafogli con dentro biglietto del treno piú soldi, bancomat, carta di credito e documenti! Non ti dico la rabbia.. :(
    Un'altra volta invece ho preso un colpo perché pensavo di aver perso il solitario frugando nel cestone delle offerte in un negozio di articoli da cucina.. Disperazione per un paio di settimane.. Poi un bel giorno la donna delle pulizie di Lui lo trova semplicemente sul tavolo della cucina sotto un foglio di carta.. Ma giuro che avevo rovesciato casa mia e sua piú volte! Mistero.. Certe volte le cose che cerchiamo piú intensamente spariscono e vengono fagocitate dalla materia circostante! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No! Davvero? A me era successo in sud america ma ero ancora giovincella e fortunatamente non avevo dentro niente se non qualche spiccio e la carta d'identità. Che però alla fine ho denunciato e basta. Finché c'é il passaporto.. :)
      Cmq per fortuna che la seconda volta l'hai ritrovato! Santa donna delle pulizie :)

      Elimina
  9. oddio che panico.. guarda immagino l'ansia povera!! è il mio terrore quando sono in vacanza infatti faccio mille portafogli!!! però l'importante è che sia finita bene.. che sangue freddo il tuo lui... un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti noi abbiamo fatto 3 portafogli di cui 2 lui e 1 io. Ovviamente l'unico mancante all'appello quale era? :)
      Adesso però sono diventata bravissima :) aha

      Elimina
  10. Mi sto aggiornando su questo splendido viaggio :) ma la storia del portafoglio a leggerla "dopo" mi fa morire dal ridere. Vero è che posso immaginare il panico del momento con molto poco da ridere anzi... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cara! :)
      Grazie mille. Felice di far ridere delle mie disgrazie :)
      Anche se, dopo qualche ora dal fattaccio dissi al mio Lui "almeno potremo raccontare qualcosa ai nostri figli"... Magra consolazione :)

      Elimina
  11. Elvy, mi hai fatto venire l'angoscia. Io sono come te, quando viaggio controllo e ricontrollo più volte la presenza del portafoglio!! Quando sono andata in Africa (con tutti i contanti perchè là non è che le carte di credito le usi per pagare alle bancarelle) non ti dico l'angoscia di girare con il portafoglio pieno di denaro...ufff che ansia.
    Però che gioia quando lo hai ritrovato!! (ma la mamma aveva già bloccato tutto?).
    Adesso stai un po' tranquillina che non si possono perdere anni di vita leggendo il tuo blog :-P
    bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino! Poi comunque paesi dove se ti rubano tutto sei fregato. A noi toccherà in Birmania dove non esiste niente, un po' come in Africa. Aiuuuuto!
      Mamma aveva già bloccato una carta, ma l'altra si é salvata. Evviva, shopping ancora salvo :)
      Bacione

      Elimina
  12. ...e tutto è bene, quel che finisce bene!!! ;)

    ciao loredana

    RispondiElimina
  13. heheheh dai meno male che l'hai trovato alla fine...wow wuante avventure: il cambio vagoni, il corso di cucina (che bella la parola xiexieggiando!!), la sado-spa...e che meraviglia il tuo cagnone!! love love, e grazie di essere ripassata xxxx

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!
      In effetti qui ne succedono di tutti i colori :)
      A presto!

      Elimina
  14. Amelia fattucchiera in vergogna8 settembre 2012 19:49

    Mi auguro che nessuno, dico nessuno di quelli che ho nervosamente insultato quella mattina, legga questo blog. Ho dovuto sottopormi a terzi grado, nome-cognome-data nascita mia/figlia/padre/cane defunto/gatto/numero di scarpe di tutta la famiglia...alla richiesta del peso sono scoppiata (dopo precedente serata a gozzovigliare a vino e taralucci, inconsapevole della "tragedia" che succedeva al di la' del mondo - leggi portafogli). Sono riuscita a bloccare le carte (e ora arrangiati..) per il PIN mi sono persino spacciata x Elvira con voce in falsetto, facendomi beccare come una pirla dall'addetto alle carte di credito, quasi ho rischiato la prigione...(PIN no ottenuto, evidentemente..). Senza contare il documento di identità! E senza contare che ho dovuto difendere la poooora cucciola da suo padre, lui diceva la solita oca...CHE VERGOGNA!! Manco se smarrisci te stessa denuncio e ti cerco! Prima o poi salterai fuori...bacio alla mia testa in aria (come tua madre che passa ore e giornate a cercare cose perse...non proprio perse, solo dimenticate da qualche parte..). Ps: spero facciate un'offerta nel primo tempio che vi capita, cercando di srotolare quel braccino corto e lasciando degna cifra..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahha mamma ormai tu sei abituata ... :)

      Elimina
  15. Il post è meraviglioso ...ma la risposta di tua mamma...bè...mi ha fatta morire..me la immagino facendo la vocina al telefono mentre si vergogna come non mai...ahhaahahahahahha Il problema adesso sono le carte bloccate....ma immagino ci siano da spendacciulare le carte del tuo lui!!!
    Comunque da me ne è successa una simile. Siamo usciti di casa per andare in aeroporto..destination Siviglia e quando eravamo in vista dei parcheggi mio marito dice" ma sai che ho dimenticato la carta di credito?"..." e sai che ho lasciato a casa anche il tesserino del codice fiscale? che dici torno indietro?"
    Bravo...clap clap..certo clap clap...così poi perdiamo l'aereo!!!
    Per fortuna io la carta ce l'avevo ma per il tesserino del cod. fisc., che serve anche se ti serve assistenza sanitaria, bè..."se ti senti male ti arrangi!!!!!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Decisamente, quella simpatica é lei :)
      Comunque credo che una volta nella vita (o due o mille) succede a tutti. Alla fine, alzi la mano chi non ha mai perso/dimenticato niente!
      Ovviamente parlo per me :)
      Un abbraccio

      Elimina
  16. Le persone creative sono creative in tutto. Sai che noia riporre nello stesso posto il portafogli, ogni giorno, per quarantacinquerotti giorni? ;)
    Quel luogo che conserva gelosamente i nostri oggetti preziosi, tenendocene allo scuro, si chiama, ufficialmente, 'posto sicuro': "non è che non trovo il caricabatteria del telefono, è in un posto sicuro!!". Così.
    Cmq noi tutti eravamo pronti col pacco Fedex a spedirvi viveri e denaro.
    Alla prossima avventura!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima, vedo che come sempre cogli perfettamente la situazione.
      Grande spirito analitico.
      :)
      PS: Grazie per la colletta, avremmo apprezzato. Assieme ci mandavi anche la parmigiana e il polpo?

      Elimina
  17. A casa nostra, quello che perde sempre tutto sono io, mia moglie ha già più volte minacciato sanzioni gravissime. Come ti capisco. I tuoi racconti sono da sbellicarsi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per il complimento :)
      Per fortuna ogni famiglia ha il suo perditutto :)

      Elimina
  18. A casa nostra, quello che perde sempre tutto sono io, mia moglie ha già più volte minacciato sanzioni gravissime. Come ti capisco. I tuoi racconti sono da sbellicarsi.

    RispondiElimina
  19. sono d'accordo con te Detlev1969,ciao Jesi

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...