martedì 2 luglio 2013

Incontri

Sono al supermercato alla ricerca di prodotti inutili da comprare quando sento alle mie spalle una voce conosciuta. Un'amica di mia mamma che non vedo da qualche tempo.
"Ma ciaaaaaaao! Come stai? Mamma & Papà tutto bene? Gatto? Nonna?..." *raffica di domande* O.o
"Ciao! Tutti bene, grazie. Tu anche?"
"(dopo l'elenco dei mali quali: ginocchia, testa, schiena, anca, spalla)... E il tuo Lui c'é ancora?"
La voglia di rispondere: no é partito per il Nepal sacco in spalla e non tornerà più é forte ma l'angoscia che quel che dici poi ti si ritorca contro più alta. Opto per una risposta vaga con accenno a proseguire nella ricerca di prodotti indispensabili per la dispensa.
"Matrimonio?"
Ecco la parola che tanto cerchi di evitare in quanto la risposta é molto complicata. Come fai a spiegare ad un'impicciona che tu si ti vuoi sposare ma che il tuo amato Lui appena sente una parola che inizia con MA e finisce con NIO gli viene l'orticaria?
"Ahem, non ancora, saiiii, la casaaaa, il caneeeee,..."
"Non ti vuole sposare eh?"
Ed é proprio qui, davanti ai latticini, che mi rendo conto di aver toppato. Non so se sia l'occhio pendulo che mi abbia tradita, la stretta al cestino vuoto, la bocca impastata o il sudore improvviso malgrado aria condizionata e frigoriferi sparsi ovunque.
"Oh no, cara. Nonono! Te la ricordi Viola? La figlia della signora Rossi? Ma si dai, quella che stava al quarto piano del palazzo in Via del non mi ricordo. Il papà faceva il falegname, la mamma la casalinga, gran brava donna (...). Ecco, lei stava con quel giovanotto. Gennaro. Ricordi? Lui non la voleva sposare, voleva vivere la vita come fate voi giovani oggi. Niente matrimonio, un figlio e via. Fortuna che il buon vecchio Antonio gliel'ha impedito. O la sposava o la doveva lasciare"
"Uhm... E dopo?"
"Si sono sposati"
"Be', tutto é bene quel che finisce bene, no?" dico, già valutando come obbligare il mio povero amato papà a costringere Lui a sposarmi
"Un disastro!!! Gennaro é violento, beve, va con altre donne e non lavora. Povera Viola. Pensaci prima di sposarti. È tardi, devo andare! Buona giornata, saluti in famiglia"
O.o
Quel che si dice: storie a lieto fine da raccontare al supermercato.



GAMBERONI ALLA PIASTRA, ARANCE & CAMOMILLA (4 persone)

24 code di gambero
3 arance bionde
2 cucchiai di fiori di camomilla secchi
2 cucchiai di yogurt naturale
q.b. olio d'oliva
q.b. sale e pepe
  • Spremere le arance e metterle in una pentola con i fiori di camomilla secchi. Lasciar sobbollire (attenzione! Tende a strabordare come la panna o il latte) per una decina di minuti o almeno fino a quando si sarà ridotto della metà. Scolare i fiori, buttarli e continuare a ridurre il succo di arancia fino a quando sarà di una consistenza densa ma ancora liquida. Unire allo yogurt (un cucchiaio per volta). Aggiustare a vostro piacimento
  • Condire i gamberi con olio d'oliva sale e pepe. Cuocere sulla piastra già calda per 5 minuti circa (dipende dalla grandezza dei gamberi)
  • Servire con la salsa all'arancia e camomilla, del riso bianco e delle verdure al vapore






13 commenti:

  1. ahahahah certo che...impicciona di primo grado la "sciura"!!!
    Ti racconterò un episodio che mi capitò da giovane sposina.
    Con il consorte avevamo deciso di rimandare per un po' la ricerca dell'erede...erano i primi anni 80 e allora si figliava ancora in età giovane. Dopo un paio di anni dal fatidico si, prima i parenti e poi gli amici hanno cominciato a tormentarci. La prima domanda che ti facevano, ancora prima del come stai, era "Allora? a quando la cicogna? Ancora niente?"
    Un amico è arrivato al punto di chiedermi se mio marito avesse problemi di fertilità...ma si può?
    Come vedi l'impiccionaggine trova sempre un suo perché a qualsiasi età e in qualsiasi epoca!

    Non avevo mai pensato alla camomilla come ingrediente di cucina! L'ho sempre relegata al misero impiego di "bevanda ospedaliera" ahahahahahah!
    Ciao e attenta agli incontri da supermercato! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, hai proprio ragione... Chissà quando impareranno a farsi i fatti loro??
      Ad ogni modo, é sempre un piacere leggere le tue storie e vedendo la meraviglia di figlia pasticciera che hai creato direi che é valsa la pena aspettare :-)
      La camomilla in cucina é buonissima, un po' amara. Deliziosa! Prova!

      Baci

      Elimina
  2. Ciao bella!
    No ma dai...senza limiti la "sciura" eh?
    Un bacione...anche al futuro sposo ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah davvero!!
      ma ormai, ci ho fatto il callo... Il futuro sposo resterà sempre futuro ;-)
      Bacione

      Elimina
  3. mi sa tanto che la signora in questione sia stata un po' tanto sfortunata! tu, trova il metodo con papà..il ragazzo deve capitolare..:))
    ps: con la camomilla faccio un purè di patate, da accompagnare al pesce, favoloso!
    ciao bella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mhmmm l'idea del puré con la camomilla mi ispira tantissimo! Come lo fai?? Metti in infusione la camomilla nel latte??
      DA PROVARE! :-))
      Un bacione

      Elimina
  4. Il tuo LUI ha la stessa malattia del mio LUI. Ma ormai rispondo in modo secco e perentorio (della serie: fatevi i fatti vostri).
    bel piatto: camomilla e gamberi...mmmmHHH...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS: giuro che non sono un robot! Che ne dici di eliminare quelle odiosissime parole captcha che compaiono tutte le volte che ti scrivo un messaggio? te ne sarò per sempre grata ;-)

      Elimina
    2. ahahha dovrò iniziare a fare così anch'io :-)
      uhhh grazie che mi dici la cosa del robot! Mi ero dimenticata di averla messa. Non so se bazzicavi da queste parti ma c'era una ragazza che mi tartassava di commenti e di insulti. Adesso che se ne é andata posso riconsiderare le mie posizioni :-))
      Un abbraccio

      Elimina
  5. Che belle le chiacchiere spensierate al supermercato 0_o
    Gamberi, camomilla e arancia? Sei un maledetto genio cugina :D

    RispondiElimina
  6. Perché non far conoscere al tuo Lui la dolce signora e farle fare le stesse domande a lui?
    Ma i fuori secchi di camomilla lì raccogli nel Prato dopo che mr. Geido ha fatto i suoi bisognini? No dai scherzo dove si prendono?
    Bacio lady mixer

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima, Lui non ascolterebbe nemmeno la signora al supermercato... ;-))
      Ad ogni modo la camomilla la trovi nei negozi bio :-)
      Bacio

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...