martedì 31 dicembre 2013

L'anno dell'Asino

Ero data per spacciata.
Da tutti.
Avevo controllato ogni sito e giornale pur, ovviamente, non credendoci.
Però.
Quando hai una sorte di croce in testa, seppur messa da chissàchi, un po' di ansia ti viene.
"Anno pessimo per il toro"
"2013 terribile per il toro"
"Toro a dura prova per questo anno nuovo"
E invece.
Un anno ricco di soddisfazioni, di sfide e di motivazioni. Un anno basato sulla crescita personale e professionale, seguita da tanti asinelli volenterosi che hanno saputo regalarmi tante soddisfazioni.
Un 2013 da ricordare come uno degli anni più entusiasmanti della mia vita, seppur non il più facile.
Ma chi l'ha detto che le cose più belle sono quelle più semplici?
E allora, caro Paolo Fox, Novella2000, Oroscopooggi, Segnovincente, ilfuturoin4minuti, cliccaperlasorte, dimmichesegnohaietidiròchisei, e via dicendo, per quest'anno niente oroscopo, niente pianeti allineati, niente stelle ma soprattutto niente propositi.
Tanto anche per quest'anno mi riprometterei le stesse cose:
1. Dieta --> funziona solo per il primo gennaio, causa hangover o per le domeniche sere invernali (ma anche estive) causa eccesso di cibo
2. Palestra --> Come punto 1. Fallisce nell'istante in cui le mie dita vagano sulla tastiera del mac nella pagina google, dopo "fitness" si fondano entrambe in alto a destra: delete
3. Libri --> come posso smettere di comprare (seppur compulsivamente) libri se fanno parte del mio sapere? È un'opera di miglioramento per il mio lavoro, una necessità
4. Foto --> dovrei migliorare. Lo so. Ci provo anche. Ma abbiate pazienza, mie amiche blogger, io non ce la faccio proprio a tenere a bada Lui e Mr Geido alle 20.00 scattando foto improbabili. Per cui, anche per quest'anno, foto e buoi dei paesi tuoi… Sempre in notturna

Non mi resta che augurare a tutti una buona scorpacciata per stasera, tante lenticchie, un bel cotechino, fiumi di champagne (o prosecco che sia), qualcosa di rosso (e non basta il rossetto) e tanto fracasso perché, sappiatelo, l'anno che arriva sarà tosto.
… Arriva il cavallo!
(noto cugino dell'asino…)

ROTOLO AL TÈ MATCHA & CASTAGNE
85g zucchero
4 uova
1 pizzico di sale
90g farina
2 cucchiai di tè Matcha
1 panetto di purea di castagne
250g panna
10ina castagne intere
10g burro
1 cucchiaio di zucchero
  • Preparare il biscotto lavorando i tuorli con lo zucchero (85g) finché la massa risulta chiara. Sbattere gli albumi a neve con il pizzico di sale. Unire la farina con il te matcha e setacciare con un frusta o con un colino. Con l'aiuto di una spatola, delicatamente, unire intercalando gli albumi e la farina al composto di tuorli e zucchero fino ad ottenere una massa omogenea. Spalmare il composto su di una teglia foderata a forma di rettangolo (o quadrato) o sulle apposite forme in silicone. Infornare 6 minuti a 230°C in forno già caldo. Il biscotto non deve essere troppo colorato. Appena uscito dal forno, rovesciare il biscotto su un altro foglio di carta forno, con l'aiuto di un panno umido rimuovere delicatamente il foglio di cottura. Avvolgere di carta pellicola per mantenere l'umidità
  • Preparare le castagne facendo fondere il burro con il cucchiaio di zucchero in una padella, aggiungere le castagne. Far rosolare per qualche minuto, bagnare con un goccio di acqua, coprire e lasciar sobbollire per una decina di minuti (fino a quando le castagne saranno morbide). Scoprire e far evaporare il liquido. Far raffreddare su un foglio di carta forno
  • In una ciotola montare la panna, aggiungerla alla purea di castagne fino ad ottenere una mousse delicata. Unire le castagne precedentemente preparate e raffreddate a tocchetti. Riservare
  • Farcire il biscotto (dal lato più brutto) con la mousse di castagne lasciando un piccolo bordo per poterlo chiudere meglio. Aiutarsi con la carta da forno per chiuderlo in modo più preciso. Avvolgere con della carta alu o pellicola e mettere in frigorifero per qualche ora prima di tagliarlo
  • Servire con dei fiori essiccati 






NOTA:
Al posto di caramellare le castagne utilizzare dei marron glacé, assaggiare di gusto la mousse per evitare che sia troppo dolce



4 commenti:

  1. Esattamente come te al n. 1,2,3 e 4… e per il resto… ti darò ascolto!
    Auguriiiii

    RispondiElimina
  2. Copio la lista dei desideri disattesi pari pari...e ben vengano gli anni ricchi e faticosi piuttosto di quelli piatti e facili (per altro mai avuti!) Auguri cri

    RispondiElimina
  3. Cara la mia asinella, ho smesso di fare liste da quel dì (e da qui si nota la differenza d'età, purtroppo....la chiamerò saggezza, va), e adesso al posto delle liste di buoni propositi, ho scritto liste di piatti che vorrei cucinare entro l'anno, film che vorrei vedere, concerti che vorrei ascoltare e libri che vorrei comprare. Spero solo che le finanze mi assistano visto che senza lilleri non si lallera. Poi sono la persona più felice del mondo.
    Ti abbraccio forte mia cara, e spero di farlo di nuovo fisicamente. Sei grande! Pat

    RispondiElimina
  4. buon 2014,at,ancke se è in ritardo Jesi

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...