lunedì 4 aprile 2016

Gioia e dolore

Va bene.
Facciamo una premessa che "sa sa mai".
Amo mio marito. Molto.
Se c'é Lui ho tutto e non mi serve altro.
Detto questo.
Capita che per la settimana di Pasqua decide di stare a casa una settimana. La prima idea era quella di andare in montagna ma, complice il meteo da lupi, preferiamo stare a casa e godercela un po'.
Ci sono diverse cene che abbiamo in sospeso, alcuni libri sul comodino da troppo tempo e, diciamola tutta, a volte stare a casa é la migliore delle vacanze.
Già.
Mi ero immaginata pomeriggi di coperta e divano con tanto di un bel film, una cioccolata calda e fuori la pioggia torrenziale. Mi vedevo al mattino fare colazione con Lui prima di partire per i nostri soliti giri infiniti col cane. Immaginavo di cucinare manicaretti testando nuove ricette.
Immaginavo.
Ma non avevo tenuto in conto un nuovo lato di mio marito: le pulizie di casa.
Il primo giorno aveva già svuotato 3 armadi, il secondo l'ho beccato che passava lo straccio, il terzo mi proponeva di riordinare la cantina.
ORA.
Fantastico, meraviglioso, bravissimo, incredibile marito.
Sono d'accordo.
Ma al terzo giorno che lo trovi a riordinare un'anta manco fosse del segno della Vergine e posseduto da mia madre, l'ho pensato. Lo ammetto.
"Amore, quando torni a lavorare?"

CLAFOUTIS al RABARBARO e FRAGOLE (1 teglia da 26cm)

75g farina
65g zucchero
300g latte
2 uova
20g burro
4-5 fragole
2 gambi di rabarbaro
qb semi di vaniglia
qb zucchero al velo
  • Togliere la parte filamentosa del rabarbaro con l'aiuto di un coltellino. Tagliarlo a cubetti. Far scaldare una noce di burro in una padella, aggiungere due cucchiai di zucchero, una spolverata di vaniglia e il rabarbaro. Mescolare e lasciar cuocere con un coperchio per 5-6 minuti o fino quando risulterà morbido. Togliere dal fuoco
  • Tagliare le fragole precedentemente lavate a cubetti
  • In una ciotola unire la farina con lo zucchero e una punta di coltello di vaniglia. In un'altra ciotola separare i tuorli dagli albumi, mescolare i primi con il latte e versarli a filo sulla farina e lo zucchero fino ad ottenere una sorta di pastellaMontare gli albumi a neve e unirli alla "pastella" delicatamente
  • Imburrare una pirofila e metterla nel forno preriscaldato a 180-190°C per un attimo. Toglierla e coprire il fondo con uno strato di pastella, cospargere con il rabarbaro e le fragole e ricoprire il tutto con la restante pastella
  • Infornare per 25-30 minuti (si gonfierà molto in cottura), lasciarlo intiepidire e cospargere di zucchero al velo. Servire ancora tiepido o freddo, ottimo anche il giorno dopo. Meglio ancora se accompagnato da una pallina di gelato alla vaniglia o un cucchiaio di panna montata



NOTE:
Sostituire le fragole e il rabarbaro con altra frutta, dalle ciliegie ai frutti di bosco, dalle albicocche alle pesche.


1 commenti:

  1. Per questa volta l hai solo pensato. Verrà il giorno che glielo dirai apertamente😊

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...