domenica 14 gennaio 2018

La lontananza sai...

Ci sono due tipologie di persona: quelle che hanno nostalgia e quelle che non l'hanno.
Faccio parte del secondo gruppo.
Sono una di quelle persone che se potesse allungherebbe i viaggi sempre e comunque. Di quelle che "sì mi manchi" ma sono felice anche qui.
Non perché sono una cattiva persona, ma perché adoro questa sensazione di scoperta e novità di una vita lontana da casa, un po' per gioco. Forse proprio perché so che tanto ha una fine e che presto tornerò a riabbracciare famiglia e amici.
Che poi diciamocelo, al giorno d'oggi con le possibilità tecnologiche non ti sembra nemmeno di essere a 11000km di distanza.
Sapete cosa mi manca però?
La routine.
Quelle cose date per scontate che rendono casa speciale quando non ci sei.
Mi manca scendere le scale e trovare Zac che scodinzola.
Mi manca sedermi per terra con lui e riempirlo di coccole (e lui me di peli - forse questo non mi manca O.o)
Mi manca bere un caffè con un'amica, chiacchierare faccia a faccia.
Mi manca far vedere il piccolo Leo ai nonni, far vedere i suoi progressi (enormi) di questo ultimo periodo.
Mi manca svegliarmi la domenica mattina e chiamare mia mamma per sapere cosa fa per pranzo e auto-invitarmi senza pudore.
Così, proprio sulla linea di questo pensiero, oggi mi sono svegliata con la voglia di pubblicare qualcosa che facesse "casa". Uno di quei piatti semplici ma di cuore, che fanno subito festa. Che piacciono a grandi e piccini, che non ci vuole niente a fare ma sembra tanto pranzo della domenica.
Almeno, per me.

POLLO ARROSTO con VERDURE (3-4 persone)

1 pollo intero
2-3 carote
1-2 cipolle
1-2 patate dolci
2-3 patate
ev. 1/2 sedano rapa
qb. erbette varie (rosmarino, salvia, timo)
ev. 1 limone
1 goccio di vino
1 bicchiere di acqua
qb. sale & pepe
qb. olio d'oliva
  • Sbucciare le carote, le patate dolci e la cipolla. Alle patate normali solitamente preferisco lasciare la buccia ma è una questione di gusti. Tagliare la cipolla dapprima a metà e poi a spicchi. Le carote a tocchetti e poi a bastoncino, lo stesso per le patate (a dipendenza della grandezza). Adagiare il tutto in una pirofila precedentemente oliata. Salare e oliare le verdure mescolandole così che tutto sia ben condito
  • Preparare il pollo, lavandolo se necessario e asciugandolo con la carta cucina anche all'interno. Salare e pepare la parte interna, aggiungere uno o due spicchi di cipolla, le erbette miste e un goccio di vino bianco. Eventualmente anche mezzo limone (o una fetta)
  • Posizionare il pollo sulle verdure di lato (quindi con una coscia sotto e una sopra) aiutandolo a stare fermo muovendo di conseguenza la verdura (solitamente io metto le verdure tutto intorno lasciando un "buco" per il pollo). Bagnare il pollo con un altro goccio di vino e il bicchiere di acqua
  • Infornare a 200-220°C per una ventina di minuti. Togliere dal forno e girarlo sull'altra coscia. Cuocere nuovamente per 15-20 minuti. Togliere e girare dal lato del petto, lasciar dorare per  altri 15-20 minuti. Ogni volta che si gira, irrorare con il liquido formatosi. Verificare la cottura capovolgendo il pollo con la parte della pancia sotto, se esce liquido rossastro/rosa non è ancora cotto. Se esce solo liquido chiaro vuol dire invece che è cotto
  • Tagliare il pollo dividendo dapprima le cosce e poi i petti, servire con le verdure



NOTA:
Sostituire il pollo intero con delle cosce di pollo. Ridurre la cottura a 30-40 minuti.

1 commenti:

  1. Bellissimo pollo!
    Fa tanto casa.. domenica con famiglia o amici magari a pranzo.
    Io faccio parte di quelli che hanno nostalgia ma non di casa per i viaggi fatti, odio la routine al contrario di te... però amo scoprire .. viaggiare.
    Ciao a presto

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...