domenica 18 dicembre 2011

Transformers

Sto passando più tempo con le gambe sotto al tavolo che altro. Il periodo natalizio é senza dubbio passato dalla grotta alla mangiatoia. E di certo non riuscirò ad uscire illesa da questo periodo.
Aperitivo di Natale, pranzo di Natale, cena di Natale, colazione di Natale. Tra poco faremo anche la doccia di Natale e il letto di Natale. Insomma, con questa scusa io mi sto lentamente tramutando in un fiaschetto di vino (tanto per restare in tema). E diciamo che la partenza era già una bottiglia d'acqua (per intenderci forma a 8) per cui la battaglia é persa.
A nulla sono valsi i tentativi di andare 3 volte a settimana in palestra perché, diciamocelo, se tu vai in palestra nella testa scatta il CLICK mortale. SPORT = CALORIE BRUCIATE = MANGIA
Eh vabbé, tanto da gennaio ci si mette a dieta. Si ma come se frequenterò una scuola di cucina??
SONO SPACCIATA.

Oggi vi propongo i miroirs che a mio parere sono i biscotti più buoni. Friabili in bocca, dolci ma non troppo, fini, leggeri... Insomma una nuvola. Prendono tempo ma ne vale la pena.

MIROIRS (50-60 pezzi)
250g burro
100g zucchero al velo
2 cucchiaini di zucchero vanigliato
1 pizzico di sale
1 albume
350g farina
200g circa di marmellate varie

Ammollare il burro in una ciotola e aggiungere lo zucchero al velo, quello vanigliato e il sale. Lavorare finché la massa diventa bianca. Aggiungere un albume leggermente sbattuto (con una forchetta) e incorporarlo.
Aggiungere la farina e lavorare finché diventa una pasta, formare una palla e mettere in fresco per 1h.
Togliere l'impasto dal frigorifero e lasciare riposare a temperatura ambiente per 30 minuti circa. Riscaldare il forno a 200°C.
Spianare la pasta (in un sacco di plastica, nella pellicola o facendo molta attenzione) a 2mm di spessore e con l'aiuto di un coppapasta tagliare delle formine. Nella metà delle formine creare un buchino nel mezzo (ci sono i coppapasta creati appositament, altrimenti prendetene di due forme diverse).
Disporrei biscotti su una placca provvista di carta da forno e lasciar riposare al fresco per 15minuti.
Infornare per 6-8 minuti e lasciare raffreddare su una griglia.
In un pentolino far scaldare la marmellata (io fragole e albicocche --> due pentolini) finché diventa liquida. Cospargere la metà di biscotti senza buco (senza esagerare) e spolverare la metà col buco di zucchero al velo. Unire.



18 commenti:

  1. che buoni!!!
    Brava Elvira!
    ...non ti creare problemi... dalle feste nessuno passa illeso.. ne siamo tutti vittime e carnefici ...a Gennaio se ne riparlerà!!!
    Un bacione e Buona Domenica

    RispondiElimina
  2. Complimenti Elvira, che meraviglia questi biscottini!!!!! Mi pice tanissimo leggere i tuoi simpatici post. . . e la dieta si rimanda all'anno prossimo (quale anno poi lo vedremo. . .). Un abbraccio e buona domenica!

    RispondiElimina
  3. quante meraviglie un assaggino?

    RispondiElimina
  4. Ahah! Adoro il ragionamento iniziale! Per me inizia domani il tram tram dei vari pranzi con gli amici pre-natale... Anyway.. informazione di servizio.. Ho messo ora in forno la torta dei tuoi biscottini croccanti alle mandorle! Non vedo l'ora di sfornarla.. Poi magari ti mostro il risultato;)

    RispondiElimina
  5. Complimenti per questi biscotti favolosi, ne prendo uno e ti invio un grande abbraccio. Daniela.

    RispondiElimina
  6. Io adoro questi biscottini!!!!!!
    Bellissimi!

    RispondiElimina
  7. Ma son l'unica che sotto Natale mangia di meno??? mi vien la nausea.. ahaahahah Ottimi biscottini.. smack e buona settimana pre-natalizia :-)

    RispondiElimina
  8. ...Lascia perdere, faccio acquagym rischiando la congestione ogni volta e appena esco faccio uno spuntino di Natale! E a gennaio come dimagrisco se devo iniziare un corso di pasticceria?

    RispondiElimina
  9. Se ti può consolare...stiamo sulla stessa barca!
    Quest'anno abbiamo anticipato il periodo Natalizio di un mese...povere noi! Ma neanche questo mi convince ad andare in palestra! Non c'è speranza per me! Un abbraccione!

    RispondiElimina
  10. Sai cos'è? Ho notato che ormai qualsiasi argomento si intavoli,con amiche, colleghe o anche solo conoscenti, si tratti di problemi esistenziali, progetti di lavoro o anche solo due chiacchiere sul tempo, si finisce sempre per parlare di cibo. Non so tu ma ormai io è un po' che lo noto. Il cibo è la pietra angolare di tutto: angosce, festeggimenti, riappacificazione. Oltre che un ottimo modo per fare nuove conoscenze. Se poi si comincia a festeggiare sempre prima il Natale non c'è proprio via di scampo. D'altra parte, chi vuole fuggire? Io no ;-)

    RispondiElimina
  11. Ciao,Elvira!Grazie della visita al mio blog!Cosi ho scoperto il tuo!Ti seguiro con piacere!Un abbraccio da Grecia:)

    RispondiElimina
  12. These are beautiful Christmas treats!

    RispondiElimina
  13. grazie mille per il tuo commento!!! ho l´acquolina in bocca guardando questo biscottini!!uhmmmmm un bacio!!!

    RispondiElimina
  14. Elvira, sei un mito!!! Oltre ad essere una ottima cuoca sei davvero simpatica! Sto ancora ridendo al pensiero del fiaschetto di vino...Questi biscottini sono una delizia, bravissima! Un abbraccio.

    RispondiElimina
  15. in effetti stare a dieta e frequentare un corso di cucina dev'essere un po' come un ex alcolizzato che fa il corso da sommelier!

    Al bando la dieta!

    RispondiElimina
  16. ciao carissima, a me ormai si è già fuso il cervello, pensavo di aver già risposto a questo post.
    Non mi parlare di kg, a me sono concentrati tutti sulla pancia. Mia sorella mi ha detto che sembra che indossi 3 maglioni.
    Il prossimo anno niente biscotti, averceli in casa sono una vera tentazione. Io li ho già regalati per paura di mangiarli tutti, ma ne sono avanzati ancora tanti.
    Da me questi biscotti si chiamano spitzbuben e mi piacciono moltissimo.
    I tuoi macarons sono andati a ruba.
    baci

    RispondiElimina
  17. ciao Elvira, innanzitutto grazie per il commento che hai lasciato sul mio blog :-) Sono solidale con te per quanto riguarda cene-pranzi-colazioni di Natale (c'è un trucco, ogni tanto trova una scusa e dì che non puoi esserci); per quanto riguarda il corso di cucina: ho appena terminato il corso di pasticceria e dopo 50 ore trascorse in cucina ti posso assicurare che assaggi giusto la punta di un cucchiaio di quello che stai preparando...

    RispondiElimina
  18. ciao Roberta il senso gusto,dobbiamo essere solodale tra di noi,ke ne dicci?

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...