lunedì 18 febbraio 2013

Trucco Parrucco

C'é chi lo ama.
C'é chi lo odia.
IO?
Odio quello stare seduta e sfogliare inutili riviste. Non parliamo di portarsi un libro, non potresti leggerlo dato che ogni tre per due ti tocca un "gira la testa", "alza", "scusa se tiro". Che poi se ti va male e decidi di doppiare l'intervento con un colore + mèches ti ritrovi seduta per l'eternità con tanto di doppio lavaggio.
Il lavaggio. OMG what a nightmare!
Il collo ti sembra si spezzi secondo dopo secondo e la gomma piuma che copre la ceramica non fa che peggiorare la situazione. Sei in una posizione fastidiosa, a dir poco anormale poiché troppo lunga, troppo alta, troppo sproporzionata, troppo scomoda. L'acqua: sempre troppo calda o troppo fredda. Il massaggio: sempre troppo forte o troppo scialbo. Lo shampoo: sempre troppo profumato o forte.
Vogliamo parlare dell'asciugatura? Bello eh l'effetto della spazzola che ti tira i capelli, bellissimo il phon che anche a -20 ti fa sentire alle Maldive. Ma sono l'unica alla quale i capelli poi diventano elettrici manco fossi Maxwell durante gli studi di elettrostatica??
Che poi uno dice: Mamma mia, uscita dal parrucchiere sembro Bar Refaeli!
E invece no.
No perché io la lacca non la metto, no perché io la schiuma neanche so dove si compra, no perché io la spazzola tra i capelli la uso per i nodi, non per un effetto "hairspray".
Insomma, 3h di fatica per uscire e dire "be', ora vado a casa a lavare i capelli" (dopo che, ovviamente, li ho già lavati prima di arrivare, vorrai mica andare dal parrucchiere con i capelli sporchi, no?).

GAMBERI AL CURRY VERDE (4 persone)
240g riso Jasmine
30ina gamberi
1-2 stecche di lemon grass
2 cucchiai di pasta di curry verde
4 foglie di kaffir
2 cucchiai di fish sauce (salsa di pesce?)
2 cucchiai di zucchero
4dl latte di cocco
q.b. olio vetegale


  • Risciacquare il riso più volte fino a quando l'acqua risulterà chiara, o comunque meno bianca (3 volte minimo). Mettere in una pentola, riempire di acqua e fare in modo che superi di 1cm il riso. Portare ad ebollizione. Quando l'acqua inizia a bollire, abbassare la fiamma, mettere il coperchio che terrete aperto con due bacchette. Quando non ci sarà più acqua (5-10minuti), togliere le bacchette e lasciare solo il coperchio e cuocere a fiamma bassissima per 10 minuti. MAI MESCOLARE IL RISO! (se non vi é chiaro guardate qui)
  • Nel frattempo prendere le stecche di lemon grass e privarle della parte più esterna (più dura). Tagliare a rondelle quella più tenera all'interno. Preparare nelle vicinanze le foglie di kaffir e la salsa di pesce
  • Scaldare il wok (o una pentola antiaderente), quando é caldissimo aggiungere l'olio vegetale. Aggiungere la pasta di curry verde e cuocere per 2 minuti a fiamma viva. Aggiungere il lemon grass, le foglie di kaffir, la salsa di pesce, lo zucchero e il latte di cocco. Amalgamare il tutto, abbassare la fiamma e far sobbollire per 5 minuti

  • Aggiungere i gamberi (se congelati, precedentemente messi ammollo in acqua fredda) e lasciar cuocere per altri 4-5 minuti mescolando di tanto in tanto. Servire con il riso



NOTA:
Per me il curry era un po' troppo dolce, quindi al posto di 2 cucchiai di zucchero ne metterei solo uno. I miei commensali hanno comunque gradito la dolcezza del curry.
La mia pasta al curry verde era mooolto forte, a me piace il piccante per cui nessun problema. A chi dovesse piacere ma non troppo, mettere solo un cucchiaio di pasta.
Alla fine, prima di servire si può aggiungere qualche foglia di basilico thai tagliata. Io non l'avevo e quindi non l'ho messa. Pare si possa mettere anche il basilico normale. Non avevo nemmeno quello :-) 
Nella foto ho messo poca salsa per far vedere anche un po' di riso. Ovviamente a ognuno la scelta di affogare o meno i gamberi! Da notare anche la ciotolina rotta, che fotografa d'assalto eh?

22 commenti:

  1. Non parliamo del parrucchiere...per 40 anni la frequenza media è stata di 2 volte l'anno, poi, purtroppo, ho ceduto all'età che avanza, all'idea di dovere essere sempre in ordine con la testa ( almeno all'esterno, perchè all'interno c'è sempre il solito casino!) e adesso sono suelle 2 volte AL MESE!!!
    Però ho trovato un parrucchiere aperto in orari assurdi e così il martedì alle 14 posso andare tranquillamente e dopo un'ora sono fuori :D
    ah! E non parla neanche, ascolta musica, cosa volere di più?

    In effetti di più vorrei la pasta di curry, la lemongrass , che non trovo neanche a spararmi, e una ciotolina con mooolta salsa, GRAZIE!!!

    RispondiElimina
  2. Io amo stare lì a leggere riviste che mai comprerei. A volte penso che potrei andarci solo per quello, senza fare colore-shampoo-taglio-piega.
    Putroppo il bianco avanza e una volta al mese mi sottopongo alla tortura. Rilavandomi sistematicamente i capelli appena torno a casa!
    Stupendo piatto. Devo documentarmi sulla salsa se idonei per celiaci, così potrei provarci!
    Ellen

    RispondiElimina
  3. Ahahah! :D Si, decisamente non amo andare dalla parrucchiera. Forse perchè io ho un metro di capelli color carbone che.. beh, 'come stanno, stanno'. Ti dico solo che se potessi girerei il mondo a piedi nudi e vorrei essere una candida bestiola di bosco.. per cui puoi immaginare gli effetti dei pettegolezzi e delle lavate con conseguente cervicale! :D Sei grande. E questi gamberi mi hanno fatta sognare!! Li adoro! Un bacio, buon lunedì! :)

    RispondiElimina
  4. Un piatto, subitooooo!! Lo voglio.
    Il parrucchiere, questo sconosciuto. Potessi usare la macchinetta e fare un taglio da marines, lo farei, invece faccio crescere la chioma senza forma.
    Io sono una di quelle che esce dal parrucchiere e si infila sotto la doccia per rifarsi la pettinatura, tranne una volta che sono uscita tutta orgogliosa per quello che avevo in testa (PS: diciamo anche la verità: mi presento spesso con ritagli di giornali di tagli assolutamente inadatti alla mia testa...)
    baci

    RispondiElimina
  5. Ho appena fatto meches più colore dagli amici cinesi che purtroppo hanno appena aumentato i prezzi pure loro...3 ore....che p.......Cara fotografa d'assalto il tuo piatto è molto invitante, ciao!!!!

    RispondiElimina
  6. Il parrucchiere? Orrrrrrrore!
    Io appartengo alla categoria di quelli che odiano farsi toccare i capelli, quindi ti lascio immaginare :DDDDD
    Ma il latte di cocco è denso? Ha lo stesso aspetto del mio barattolo di gesso acrilico per i quadri ahahahahahah!
    Il risultato finale però! pare ottimo!!!!

    RispondiElimina
  7. parli con una che va dal parrucchiere al massimo due volte l'anno!! non ho l'abitudine di preparare questo tipo di piatti ma mi piacerebbe molto perchè questa salsina credo sia una vera delizia!!!

    RispondiElimina
  8. ahahah..ho avuto parecchio da fare ultimamente e torno ora da te dopo un pò di tempo!esperienza al limite dal parrucchiere!!!ahahah ..mi mancava la tua geniale dialettica ..e le tue ricette.splendido piatto .bacio a presto

    RispondiElimina
  9. Condivido l'odio dal parrucchiere, proprio non lo sopporto! Ma l'età incalza e almeno 3-4 volte l'anno mi devo sacrificare a fare un bel restauro! Così approfitto per farmi una cultura con le riviste che trovo, anche se la maggior parte di attricette, vallette, escort ecc proprio non so chi siano...
    Il tuo riso mi ispira molto ma non saprei dove trovare il curry verde...
    Bacioni
    Tiziana

    RispondiElimina
  10. Parrucchiere ?? Già ho le mani tra i capelli ;))
    Questi sono i gamberi che più adoro:) sai che ho giusto ancora lemon grass foglie di kefir in frigo? Sabato ho fatto la zuppa tom kha gai e meno solo rimasti ancora! Ns mangerai a quintali :) anche per i miei amici ho fatto il curry ma la versione semplice con solo pasta curry latte cocco e fish sauce! Che bello seguirti nelle ricette. Sembri già una thai DOC :-)

    RispondiElimina
  11. Non sai quanto ho riso leggendoti.
    Mai sentita analisi più sintetica, ma efficace circa l'argomento.
    La ricetta mi piace moltissimo e nonostante io sia piuttosto pratica di cucina etnica, non so per quale motivo non ho mai provato i gamberi col curry.
    PS anche io faccio lo sciampo PRIMA di andare dal parrucchiere.

    RispondiElimina
  12. Come ti capisco!!!! Quante volte ho rilavato i capelli subito dopo essere uscita dal parrucchiere :-)
    Deliziosa la tua ricetta.

    RispondiElimina
  13. concordo con tutti voi,ciao

    RispondiElimina
  14. ohcazzarola è chi penso io??
    mi mancava.
    no dai, scherzo.
    comunque, tornando a noi, incarni anche me! anche io li lavo prima e dopo! e vogliamo parlare del colore?? 40 minuti con una roba puzzolente in testa che cola dappertutto? tiprego.
    l'ultima volta me li sono tagliata da sola. tanto li ho ricci e non si vede.
    forse.
    ma qui lo dico e qui lo nego.
    sappilo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao ke ne dici se torniamo parlare noi è tanto ke non parliamo più

      Elimina
  15. ciao Vale-SaleQuBI,ke ne dici se torniamo a parlare noi,è tanto ke non parliamo più,ciao cmq

    RispondiElimina
  16. Ehm mi sa che son l'unica che ama andare dal parrucchiere! A me sembra di andare in spa...e potendo ci andrei più spesso, ora sembro maga magò...
    Cugina io amo il curry verde, la ciotolina sbeccata e le tue splendide bacchette :D

    RispondiElimina
  17. hai ragione,Cucina

    RispondiElimina
  18. ciao a tutti,e buona domenica

    RispondiElimina
  19. chiarina-ina,diciamo ke a me,invece non mi piace,andare dal parrucchiere ect,l'oddio tantissimo,beata lei,ciao

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...